Regionali, continua la telenovela delle primarie PD: cambiata di nuovo la data

Regionali, continua la telenovela delle primarie PD: cambiata di nuovo la data

Si è riscontrato nella giornata di ieri che le 5 federazioni provinciali non erano ancora pronte NAPOLI – Forse qualcuno spera ancora


Si è riscontrato nella giornata di ieri che le 5 federazioni provinciali non erano ancora pronte

NAPOLI – Forse qualcuno spera ancora che si trovi l’intesa su un nome unico oppure davvero c’è stato un intoppo della macchina organizzativa. Questo al momento non è dato saperlo.

Fatto sta che ieri c’è stata l’ennesima puntata della telenovela delle primarie del Pd per la scelta dell’avversario di Caldoro per le regionali. Adesso si dovrebbe votare, forse, il 1 marzo. Siamo ormai al quarto rinvio.

Si è riscontrato infatti, nella giornata di ieri, che le 5 federazioni provinciali che non erano pronte. Manca ancora, tra l’altro, il sorteggio degli scrutatori e la nomina dei rappresentanti di alcuni candidati.

In caso di ulteriore rinvio l’unica data utile resterebbe quella del 15 marzo visto che l’8 sono previste le comunali e, da statuto, non possono tenersi nello stesso giorno nello stesso giorno per non correre il rischio del voto di scambio. Intanto maggio si avvicina e l’ipotesi di annullamento si fa sempre più concreta. Sembra, inoltre, che il premier Renzi spinga sempre più per la candidatura “calata dall’alto” di Gennaro Migliore.