Villaricca, fu ucciso dal vicino per il volume della tv. Fiaccolata in sua memoria

Villaricca, fu ucciso dal vicino per il volume della tv. Fiaccolata in sua memoria

Un corteo è sfilato oggi per ricordare Davide Elia Miccio, il 29enne freddato da cinque colpi di pistola nel giugno scorso VILLARICCA


Un corteo è sfilato oggi per ricordare Davide Elia Miccio, il 29enne freddato da cinque colpi di pistola nel giugno scorso

VILLARICCA – Un corteo composto da circa un centinaio di persone, scortato dalle forze dell’ordine, ha sfilato nel pomeriggio di oggi per le strade di Villaricca, in occasione della fiaccolata organizzata per ricordare Davide Elia Miccio, il giovane di 29 anni ucciso per futili motivi il 12 giugno 2014.

Davide, residente sul Corso Italia, fu raggiunto da cinque colpi di pistola esplosi da un suo vicino di casa, il 74enne Giovanni Chianese, che quel giorno attese il giovane per tutto il pomeriggio nella sua auto per poi sparargli mentre stava rientrando nella propria abitazione, intorno alle venti. Alla base del folle gesto, motivi condominiali, tra cui il volume troppo alto del televisore.

L’uomo, arrestato alcune ore dopo l’omicidio, si trova da qualche mese agli arresti domiciliari per motivi di salute, in attesa della prima udienza del processo nel quale rischia l’ergastolo.

La fiaccolata, organizzata per lanciare un messaggio di pace e richiedere giustizia, è partita dal luogo del delitto per poi attraversare via Napoli e raggiungere la tensostruttura, dove il parroco della parrocchia San Francesco D’Assisi ha celebrato una messa in sua memoria.

Antonella Sica