Ztl, i commercianti scendono in piazza ed occupano il Comune. Nulla di fatto con i commissari

Ztl, i commercianti scendono in piazza ed occupano il Comune. Nulla di fatto con i commissari

  Manifestazione questa mattina dei negozianti di corso Campano contro la nuova isola pedonale. Invasi i corridoi del palazzo comunale ma arriva


 

Manifestazione questa mattina dei negozianti di corso Campano contro la nuova isola pedonale. Invasi i corridoi del palazzo comunale ma arriva un ulteriore rinvio

GIUGLIANO – La battaglia tra commercianti di corso Campano e Comune si fa dura. Stamattina un gruppo organizzato di circa cento negozianti ha inscenato una singolare protesta contro la chiusura del corso e il nuovo dispositivo del traffico cittadino.

I manifestanti sono entrati all’interno del municipio dando il via ad un’occupazione pacifica al grido di “Ridateci la città”. Hanno chiesto di parlare con i commissari. Sono state portate anche le chiavi dei negozi da consegnare simbolicamente alla triade per manifestare il proprio dissenso contro la gestione dei Lavori Piu Europa, che avrebbe penalizzato le sorti economiche del commercio cittadino.

Tra le ragioni della protesta anche la richiesta di sgravi fiscali e di agevolazioni per l’occupazione giovanile. Presenti due stazioni mobili dei carabinieri fuori al palazzo comunale per il mantenimento dell’ordine. Tuttavia non sono mancati attimi di tensione. La folta schiera di commercianti in protesta chiedeva un dialogo con la triade che però, per motivi di ordine pubblico, ha potuto ricevere solo una delegazione della Coigiass, rappresentata dal presidente Antonio Guarino e dal vice Rosario Porcaro. Il resto dei manifestanti è stato sgomberato ed ha atteso la fine dell’incontro all’esterno continuando a protestare al grido di “vergogna, questa è la casa di tutti!”.

Alla fine, dall’incontro ne è uscito un ulteriore rinvio da parte dei commissari. “Se ne riparla il 20 febbraio”, ha detto la commissione straordinaria rappresentata per l’occasione dal vice-prefetto Fabio Giombini. “La nostra richiesta è chiara – ha detto invece a margine il presidente Coigiass Guarino – non capisco questo rinvio. Non siamo contro la Ztl, ma va fatta solo in alcuni orari e va rivisto il dispositivo traffico perchè le strade sono tutte bloccate ed è impossibile raggiungere il centro. Bisogna aprire immediatamente così da permettere l’accesso anche ad altri parcheggi – ha concluso Guarino – il commercio è in ginocchio”.

FOTOGALLERY: