Canta una canzone di Mina e vince Sanremo Junior a 9 anni, grande festa a Bacoli

Canta una canzone di Mina e vince Sanremo Junior a 9 anni, grande festa a Bacoli

La piccola Anita Orfano sbaraglia ben 50 avversari e ora andrà in tour in Russia e a Malta BACOLI – Una voce


La piccola Anita Orfano sbaraglia ben 50 avversari e ora andrà in tour in Russia e a Malta

BACOLI – Una voce che dà lustro alla città e che porta il nome di Bacoli nel mondo. E’ quella della piccola Anita Orfano, appena 9 anni, residente a Cappella e iscritta al quarto anno della scuola elementare Amerigo Vespucci, fresca vincitrice della manifestazione nazionale “Sanremo Junior” andata in scena il 19/20/21 febbraio. La piccola ha trionfato con la canzone “Mi sei scoppiato dentro al cuore” di Mina, classificandosi prima tra le 51 partecipanti al concorso ed ottenendo così l’accesso alle finali internazionali che andranno in scena a partire dal prossimo 15 aprile.

Accompagnata dai genitori Roberto e Mariangela, dai familiari e dagli amici, Anita è stata ricevuta questa mattina dal Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano e dai componenti della Giunta comunale che si sono complimentati per il risultato ottenuto. «Siamo orgogliosi di essere rappresentati da Anita, da oggi la nostra ambasciatrice nel Mondo. Alla piccola e ai suoi genitori vanno i nostri complimenti e auguri per un’affermazione prestigiosa che dà lustro alla nostra città» dichiara il Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano.

Anita Orfano nei prossimi mesi sarà la protagonista di un tour internazionale che la vedrà impegnata in Russia e a Malta. Intanto per sabato prossimo alle ore 18 l’Amministrazione comunale ha organizzato una manifestazione presso la casina Vanvitelliana durante la quale la piccola cantante si esibirà cantando il brano che le ha permesso di vincere il concorso nazionale.

«Ringraziamo i genitori di Anita che sono stati intelligenti nel saper individuare nella bimba un talento naturale riuscendo a valorizzarlo nel migliore dei modi» conclude l’assessore all’Istruzione Flavia Guardascione.

Comunicato stampa