Elezioni, approvato il decreto per la data unica ma è possibile lo slittamento

Elezioni, approvato il decreto per la data unica ma è possibile lo slittamento

A Giugliano l’election day coinciderebbe con i festeggiamenti della Madonna della Pace che potrebbero slittare  GIUGLIANO. Il Consiglio dei Ministri, nella giornata


A Giugliano l’election day coinciderebbe con i festeggiamenti della Madonna della Pace che potrebbero slittare 

GIUGLIANO. Il Consiglio dei Ministri, nella giornata di ieri, ha approvato il decreto legge per lo svolgimento delle consultazioni elettorali in un’unica data per 7 regioni ed oltre mille comuni. E’ il 31 maggio la prima data disponibile per l’election day. Sia per le regionali che per le comunali, dunque, si dovrebbe andare al voto l’ultima domenica di maggio.

Resta qualche perplessità però soprattutto per le amministrative nei comuni chiamati al voto.

A Giugliano, in particolare, persistono ancora dei nodi da sciogliere per le forze politiche riguardo le alleanze. I candidati certi, per ora, sono solamente 2: Antonio Poziello per il Pd e Nicola “Nicky” Palma per il M5S. Tuttavia i democratici, nonostante la scelta del nome, sono ancora al lavoro per ricompattare il centrosinistra e ricucire lo strappo con gli altri partiti di sinistra come Sel, Psi e Rifondazione esclusi dalle primarie. Stessa situazione per il centrodestra che però domenica, nel corso di un’assemblea pubblica, dovrebbe sciogliere la riserva.

Sempre a Giugliano inoltre, città che non va al voto per le amministrative dal 2008, ci sarebbe la coincidenza con i festeggiamenti della Madonna della Pace che avvengono nella giornata di Pentecoste e di conseguenza gli eventi di pentecoste potrebbero essere spostati.