Giugliano, chiede al clan di punire l’amante della nuora: arrestate 5 persone

Giugliano, chiede al clan di punire l’amante della nuora: arrestate 5 persone

Il mandante è un imprenditore giuglianese vicino al clan Polverino. Per punire l’uomo si era rivolto a Peppe o’ Barone  HINTERLAND –  Chiede ai


Il mandante è un imprenditore giuglianese vicino al clan Polverino. Per punire l’uomo si era rivolto a Peppe o’ Barone 

HINTERLAND –  Chiede ai Polverino la punizione dell’amante della nuora, arrestati mandante ed esecutori. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del capoluogo campano, a carico di 5 persone ritenute a vario titolo affiliate o contigue al clan camorristico dei “Polverino”, operante nell’hinterland a Nord di Napoli e in vaste aree della provincia.

Le cinque persone sono ritenute  responsabili di lesioni personali gravissime e di detenzione e porto illegali di armi, accuse aggravate dall’aver agito con finalità mafiose. Nel corso di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea i militari dell’Arma hanno scoperto il mandante e gli esecutori di un ferimento chiesto da un imprenditore vicino al clan per “punire” un cittadino bosniaco che aveva intrattenuto una relazione extraconiugale con la nuora.

La richiesta dell’imprenditore era stata avanzata direttamente al boss Giuseppe Polverino (in foto), detto Peppe o’ Barone.