Giugliano, il bene confiscato alla camorra abbandonato nel degrado

Giugliano, il bene confiscato alla camorra abbandonato nel degrado

I locali si trovano in via San Rocco. Sono stati aggiudicati lo scorso 20 febbraio ma il notevole esborso per il ripristino


I locali si trovano in via San Rocco. Sono stati aggiudicati lo scorso 20 febbraio ma il notevole esborso per il ripristino frena l’associazione

GIUGLIANO – Far rinascere i beni confiscati alla camorra è uno degli strumenti principali per dare un segnale di legalità al territorio. La strada però non è sempre così semplice. Spesso, come ha detto Raffaele Cantone in una recente visita, non bastano le inaugurazioni e le cerimonie, serve anche supporto alle associazioni.

A Giugliano lo scorso 20 febbraio, pochi giorni dopo il taglio del nastro a Villa Ammaturo, si è conclusa infatti la procedura per l’affidamento di un bene confiscato alla camorra in via San Rocco ad angolo con via Agostino Maria De Carlo, nel cuore del centro storico. L’aggiudicazione è stata sancita in favore dell’associazione “Amnesia”, realtà già presente sul territorio per i malati di Alzheimer.

bene confiscato via san rocco 2Fin qui tutto ok. Dopo il primo sopralluogo nascono invece i primi problemi. I due locali, rispettivamente di 35 e 33 metri quadri, sono abbandonati nel degrado ed assolutamente inagibili. Le serrande erano ossidate, per entrare all’interno i ragazzi dell’associazione le hanno dovute forzare. All’interno c’è solo un buco per la realizzazione del bagno. Il soffitto è umido a causa di un’infiltrazione d’acqua proveniente dal piano superiore. Insomma, per rendere i locali di nuovo agibili e per permettere all’associazione di lavorare, secondo una prima stima, ci vorrebbero 40-50mila euro.

La cifra dovrebbe ricadere interamente a carico dell’aggiudicatario. Motivo per il quale, un mese dopo, la firma non è ancora arrivata. D’altro canto, invece, la commissione straordinaria vorrebbe chiudere la faccenda al più presto.

Ma a queste condizioni l’associazione potrebbe ricavare ben pochi benefici dal bene ed i locali di via San Rocco pare che siano destinati a restare in questa situazione di degrado ancora per un bel po’.