Premio Don Peppino Diana, Cantone premiato insieme a Don Luigi Ciotti

Premio Don Peppino Diana, Cantone premiato insieme a Don Luigi Ciotti

A comunicarlo la famiglia del sacerdote ucciso nel 1994 dalla camorra CASAL DI PRINCIPE – Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, don


A comunicarlo la famiglia del sacerdote ucciso nel 1994 dalla camorra

CASAL DI PRINCIPE – Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, don Luigi Ciotti, presidente di Libera e il regista Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, Regista ed attore del film «La mafia uccide solo d’estate». Sono le tre persone a cui è stato assegnato il “Premio nazionale don Peppe Diana – Per amore del mio popolo”. A comunicarlo è stata la famiglia del sacerdote ucciso il 19 marzo del 1994, insieme al “Comitato don Peppe Diana” e Libera Caserta.

L’annunzio, come per regolamento del premio, avviene sempre il 21 marzo, primo giorno di primavera e giorno dei funerali di don Diana. Il Premio viene assegnato ogni anno assegnato a personalità che hanno saputo meglio incarnare, nel campo artistico, sociale, religioso, politico, economico, delle professioni, il messaggio di Don Diana contribuendo alla denuncia e alla costruzione di comunità libere alternative alle mafie.

Nel 2014 il Premio nazionale don Peppe Diana fu assegnato a monsignor Angelo Spinillo – Vescovo di Aversa, a Franco Roberti – Procuratore Nazionale Antimafia e a Sergio Tanzarella – Professore presso la Pontificia Università Gregoriana di Napoli.

Il premio, giunto alla quinta edizione, consiste in una vela in miniatura, opera dell’artista Giusto Baldascino, già installata nel Parco cittadino di Casal di Principe dedicato a don Giuseppe Diana. La cerimonia di consegna dei premi avverrà il 4 luglio prossimo, a Casal di Principe, nel giorno del compleanno di don Peppino Diana.