Rischio epatite A: istituito comitato a tutela del settore della Mitilicoltura

Rischio epatite A: istituito comitato a tutela del settore della Mitilicoltura

Il tavolo tecnico  e urgente è attivo da oggi e vede impegnati il Comune di Bacoli, l’Asl Napoli 2 Nord e gli


Il tavolo tecnico  e urgente è attivo da oggi e vede impegnati il Comune di Bacoli, l’Asl Napoli 2 Nord e gli operatori del settore

BACOLI. Istituito a Bacoli un comitato a tutela del settore della Mitilicoltura. E’ quanto deciso ieri nel corso di una riunione che si è tenuta presso la casa comunale a cui hanno preso parte il Sindaco Ermanno Schiano, rappresentanti dell’ASL, operatori del settore della mitilicoltura e biologi.

Durante l’incontro si è discusso della criticità in cui il settore mitilicoltura è venuto a trovarsi, in seguito alla disposizione sanitaria trasmessa dal Dipartimento di Prevenzione Area Sanità – ASL Napoli 2 Nord, relativa alla presenza di “virus Epatite A e Norovirus in mitili prodotti e commercializzati all’ingrosso”. Il tavolo tecnico  e urgente è attivo da oggi e vede impegnati il Comune di Bacoli, l’Asl Napoli 2 Nord e gli operatori del settore.

Due le azioni in programma, da condurre su due livelli: una che si interesserà all’aspetto sanitario della vicenda seguendo le evoluzioni del caso; l’altro all’ aspetto economico al fine di tutelare il comparto.

«Stiamo attivando tutte le iniziative necessarie per tutelare un comparto importante e fondamentale per l’economia della città lavorando in sinergia con tutti i soggetti interessati al fine di fronteggiare la crisi del Settore derivante dalla positività riscontrata nei campionamenti effettuati dal servizio Veterinario dell’ASL Na 2 Nord» spiega il Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano.

Al comitato prendono parte il biologo dottor Franco Scamardella, il rappresentante AGCI ACRITAL, Fabio Postiglione e il coordinatore Lega Pesca Cristofaro Costagliola che hanno il compito di coordinare tutte le azione da porre in essere, congiuntamente al Sindaco, quale autorità sanitaria locale, per seguire le problematiche a tutti i livelli presso i vari uffici competenti e, contestualmente, porre in essere tutte le iniziative a supporto delle categorie.