Si chiude il processo “Caffè Macchiato”: condannato a 24 anni il boss Feliciano Mallardo

Si chiude il processo “Caffè Macchiato”: condannato a 24 anni il boss Feliciano Mallardo

Condannati a 15 e 12 anni Giuseppe e Carlo Antonio D’Alterio. In tutto sono dieci i condannati, 35 gli assolti. Leggi tutti


Condannati a 15 e 12 anni Giuseppe e Carlo Antonio D’Alterio. In tutto sono dieci i condannati, 35 gli assolti. Leggi tutti i nomi

E’ arrivata poco fa la sentenza in primo grado del processo “Caffè Macchiato”, che ha visto imputati presunti colletti bianchi ed esponenti di spicco del clan Mallardo. Secondo il pm della Dda Maria Cristina Ribera, il cartello camorristico avrebbe imposto, tramite intimidazioni mafiose, l’acquisto del caffè Seddio ad i commercianti di zona. Ecco i nomi di tutti i condannati:

  • Feliciano Mallardo, boss dell’omonimo clan, è stato condannato a 24 anni di carcere, a fronte dei 28 richiesti dall’accusa, per associazione a delinquere di stampo mafioso e per estorsione aggravata.
  • Giuseppe D’Alterio condannato a 15 anni di reclusione per intestazione fittizia di beni aggravata, estorsione aggravata, violenza privata aggravata, trattamento illecito dei dati aggravata.
  • Carlo Antonio D’Alterio è stato condannato a 12 anni e 6 mesi per concorso esterno all’associazione camorristica, intestazione fittizia di beni aggravata ed estorsione aggravata.
  • Antonio e Pasquale Coppola condannati a 12 anni per intestazione fittizia di beni.
  • Saverio Miraglia condannato a  12 anni  per concorso esterno in associazione camorristica, riciclaggio aggravato, intestazione fittizia di beni.
  • Michele Palumbo condannato a 12 anni di reclusione per concorso esterno all’associazione camorristica e intestazione fittizia di beni aggravata.
  • Francesco Seddio condannato a 12 anni per concorso esterno all’associazione camorristica, intestazione fittizia di beni, estorsione aggravata.
  • Carmen Granata condannata a 1 anno e 6 mesi (pena sospesa) per violenza privata aggravata e trattamento illecito dei dati.
  • Santa Mallardo a  1 anno e 10 mesi di reclusione.

Sono stati assolti invece: Russo Francesco Biagio (difeso dall’avvocato LucaPanico) per non aver commesso il fatto.

Asanche Relu, Bruno Damiano, Alfano Immacolata, Antonaci Maria Dolores, Vincenzo e Sebastiano Conte, Di Nardo Michelina, Giliberti Maria, Lombardi Domenico, Mallardo Sergio, Minopoli Erminia, Miraglia Ciro, Ortucci Olivia, Palumbo Aniello (1982), Palumbo Aniello (1987), Palumbo Giuseppina (1978), Palumbo Giuseppina (1984), Perotti Giovanna, Russo Antonietta, Russo Assunta, Russo Flavia, Russo Giovanni, Russo Maddalena, Seddio Andrea, Seddio Desireè, Seddio Ivan, Seddio Maria, Seddio Pasquale e Seddio Angela, accusati a vario titolo di riciclaggio, intestazione fittizia di beni, concorso esterno all’associazione camorristica e trattamento illecito dei dati. Assolti perchè il fatto non sussiste.

Il giudice ha inoltre ordinato il dissequestro e la restituzione dei beni sequestrati a Coppola Antonio, Coppola Pasquale, Palumbo Michele, Cacciapuoti Ferdinando, Conte Francesco, Conte Sebastiano, Conte Vincenzo, Di Nardo Michelina, Lombardi Domenico, Minopoli Erminia, Palumbo Giuseppina, Palumbo Aniello, Palumbo Rosa, Perotti Giovanna, Russo Francesco Biagio. Il giudice ha inoltre ordinato il dissequestro dell’azienda Seddio, intestata a Seddio Francesco, e la restituzione delle quote a Seddio Andrea, Desireè, Maria, Pasquale e Angela.