Talenti giuglianesi, Marco De Alteriis “torna” al teatro Bellini di Napoli

Talenti giuglianesi, Marco De Alteriis “torna” al teatro Bellini di Napoli

Il ballerino si esibirà il 21 e il 22 marzo con lo spettacolo “Vapore Corporeo”. Sarà il suo esordio come professionista nella città partenopea


Il ballerino si esibirà il 21 e il 22 marzo con lo spettacolo “Vapore Corporeo”. Sarà il suo esordio come professionista nella città partenopea

NAPOLI – Alla fine ce l’ha fatta. Marco De Alteriis, ballerino di origini giuglianesi, costretto ad “emigrare” a Torino per inseguire la sua passione per la danza (LEGGI ), si esibirà davanti al suo pubblico. Teatro Piccolo Bellini, 21 e 22 marzo. Due date che Marco “‘O Ballerino”, come lo chiamavano qui, non dimenticherà più.

“Per me è la prima volta, come professionista, venire a Napoli e danzare. – racconta lui, emozionatissimo. – Questa volta lo faccio con una compagnia di danza, il BTT, che mi sta regalando tante soddisfazioni e che mi prende anima e corpo costantemente. Sono orgoglioso di poter inchinarmi al pubblico napoletano”. Poi continua: “Danzerò in una nuova produzione che si chiama “Vapore Corporeo” del giovane coreografo Antonello Tudisco, anche lui partenopeo.”

marco ballerinoUn viaggio lungo, lunghissimo, per Marco De Alteriis. Tutto per poter tornare a Napoli. A 13 anni i primi passi presso la scuola di danza classica e moderna a Giugliano, “Emozioni in punta di piedi” con Marica Pennacchio e il Maestro Stefano Angelini.  Poi da lì la borsa di studio per l’Accademia Nazionale di Danza a Roma, un’altra borsa di studio per “Pointe To The Future” nel 2008 al Tulsa Ballet (Oklahoma, U.S.A) e vari concorsi nazionali ed internazionali.

“Iniziai la carriera artistica a Pescara, sotto la direzione di Giorgio Mancini interpretando ruoli da Solista – prosegue Marco – venni selezionato per partecipare al “Monaco Dance Forum” a Monte Carlo, un concorso d’elite, dove i direttori delle compagnie di tutto il mondo sono invitati a scegliere il proprio “nuovo talento” ed io venni scelto da Adriana Pous, direttrice di Dantzaz Kompainia (San Sebastian, Spagna)”. Da San Sebastian in poi, tutte grandi soddisfazioni con diverse compagnie in Europa, come a Valencia, Lussemburgo,  con “l’onore e privilegio di danzare coreografie dei più importanti coreografi della danza contemporanea internazionale”.

Ma l’attività di Marco non finisce qui. Oltre a lavorare da due anni al Balletto Teatro di Torino diretto da Loredana Furno, il suo percorso artistico si arricchisce anche di produzioni coreografiche. Tra le tante, su invito di Pompea Santoro, ha creato per i giovani danzatori dell’ Eko Dance International Project, “Aliento del alma”, che andrà in scena nel Festival “Palcoscenico Danza 2015” diretto da Paolo Mohovich, al Teatro Astra di Torino, il 21 Maggio 2015. Un’altra occasione per chi volesse saggiare l’arte del giovane talento giuglianese.

ECCO LA PAGINA DELLO SPETTACOLO

ECCO IL TRAILER: