Tragico incidente sulla A3: muore Federico Bisceglia, pm della “Terra dei Fuochi”

Tragico incidente sulla A3: muore Federico Bisceglia, pm della “Terra dei Fuochi”

 L’oncologo Marfella: “Carmine Schiavone avvertì riguardo a ‘strani incidenti’. Sia fatta chiarezza su questa misteriosa morte” E’ morto stanotte in un tragico


 L’oncologo Marfella: “Carmine Schiavone avvertì riguardo a ‘strani incidenti’. Sia fatta chiarezza su questa misteriosa morte”

E’ morto stanotte in un tragico incidente Federico Bisceglia 45 anni, pubblico ministero della Procura di Napoli Nord. Il giovane magistrato era impegnato in importanti inchieste sul disastro ambientale della “Terra dei Fuochi” e sul presunto caso di pedofilia che ha portato alla morte di Fortuna, la bambina precipitata da un palazzo al Parco Verde di Caivano.

“Con dolore abbiamo appreso della scomparsa del magistrato Federico Bisceglia, amico di Legambiente e in prima fila nella lotta alle ecomafie – dichiara in una nota Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania –  La nostra vicinanza e cordoglio alla famiglia. Ci mancheranno i suoi consigli la sua competenza e la sua professionalità”

L’incidente è avvenuto in Calabria, nei pressi di Castrovillari, sull’autostrada A3. Secondo una prima ricostruzione, Bisceglia era a bordo di una Lancia K assieme ad un’altra persona. Per cause ancora ignote la vettura è finita fuori pista, sfondando il guardrail e facendo un volo di 30 metri.

La tragedia arriva a pochi giorni di distanza dalla morte improvvisa di Carmine Schiavone. Proprio dalle dichiarazioni del pentito, infatti, sono partite le più importanti indagini sulle ecomafie. Una coincidenza che fa calare delle ombre sui due avvenimenti.

antonio-marfellaAd infittire il mistero sono arrivate anche le dichiarazioni dell’oncologo Antonio Marfella. “L’improvvisa scomparsa di queste ore del Magistrato Federico Bisceglia, da sempre in prima linea nelle più delicate inchieste in Terra dei Fuochi, mi obbliga a dare ben differente peso alle dichiarazioni che ci furono fatte dal pentito Carmine Schiavone – afferma Marfella – anch’egli improvvisamente scomparso in questi giorni”.

Durante un recente incontro, infatti, Schiavone avrebbe riferito al medico e a don Maurizio Patriciello di “fare attenzione agli strani incidenti” riferendosi alla morte del Generale Gennaro Niglio, anch’egli scomparso in in un misterioso incidente stradale in Sicilia nel 2004 dopo aver indagato per anni su CosaNostra.

“Sia fatta massima chiarezza – conclude Marfella -, sia data certezza assoluta che si sia trattato solo di una drammatica coincidenza e di una terribile fatalità”.