Amministrative a Mugnano, il fronte dei moderati si divide nei due schieramenti favoriti

Amministrative a Mugnano, il fronte dei moderati si divide nei due schieramenti favoriti

Tramontata l’ipotesi di un proprio candidato, gli appoggi a Piscopo e Sarnataro potrebbero incidere sul risultato finale MUGNANO – Archiviata la spaccatura


Tramontata l’ipotesi di un proprio candidato, gli appoggi a Piscopo e Sarnataro potrebbero incidere sul risultato finale

MUGNANO – Archiviata la spaccatura a seguito della candidatura di Aniello Piscopo e archiviata l’ipotesi di presentare un proprio candidato, le varie componenti del fronte dei moderati stanno prendendo posizione negli altri schieramenti in corsa per la poltrona di sindaco.

La scelta della componente di centrodestra appare chiara ed è stata ufficializzata ieri durante la presentazione della candidatura di Aniello Piscopo. Le liste civiche facenti capo all’ex sindaco Ezio Micillo, Mai più Terra dei Fuochi di Mario Mauriello e la lista di Gennaro Bove si sono riversate proprio nella coalizione guidata da Piscopo.

Meno definita appare invece la situazione della componente di centro sinistra, che starebbe confluendo nella coalizione guidata da Luigi Sarnataro (PD). Il giovane candidato tuttavia preferirebbe integrare i singoli esponenti nelle liste già esistenti, piuttosto che aggiungerne di nuove.

Si va delineando dunque la conformazione dei due schieramenti principali, ma appare sempre più evidente che le posizioni dei moderati potrebbero essere decisive ai fini della vittoria, in un confronto elettorale che vede in Piscopo e Sarnataro, i due contendenti principali al prossimo ruolo di sindaco.