Delitto di Cava Riconta, fermato nella notte il presunto assassino

Delitto di Cava Riconta, fermato nella notte il presunto assassino

L’uomo è l’acquirente della casa dei coniugi Simeone. A incastrarlo un messaggio inviato per combinare un incontro in Pizzeria la sera dell’omicidio GIUGLIANO


L’uomo è l’acquirente della casa dei coniugi Simeone. A incastrarlo un messaggio inviato per combinare un incontro in Pizzeria la sera dell’omicidio

GIUGLIANO – E’ stato fermato il presunto assassino dei coniugi Simeone ritrovati uccisi domenica scorsa a Cava Riconta (Immacolata Assisi e Luigi Simeone). Si tratta di un 30enne incesurato di Pianura, Antonio Riano, di professione fioraio.

L’uomo è un conoscente delle vittime. Sarebbe l’acquirente della casa che i due coniugi avevano intenzione di vendere. Non è chiaro il movente. Probabile che siano questioni finanziarie legate alla compravendita dell’abitazione.

La svolta nelle indagini è dovuta a un messaggio inviato dal presunto assassino alla donna per combinare un incontro in pizzeria. L’uomo, sottoposto a interrogatorio, avrebbe fornito risposte contraddittorie agli inquirenti. Alla fine è stato decretato il fermo.