Giugliano, terminali per i ticket sanitari offline: 150 persone in fila dalle 5 del mattino

Giugliano, terminali per i ticket sanitari offline: 150 persone in fila dalle 5 del mattino

Per tre giorni si sono registrati dei problemi di linea. Stamani uffici dell’Asl di via Basile in tilt GIUGLIANO – E’ ormai


Per tre giorni si sono registrati dei problemi di linea. Stamani uffici dell’Asl di via Basile in tilt

GIUGLIANO – E’ ormai diventata un’impresa ardua, se non impossibile, effettuare il pagamento del ticket o chiederne l’esenzione al distretto sanitario locale. La ressa all’Asl di Giugliano stamattina è partita dalle ore 5 del mattino con la gente che si è organizzata alla meglio per la distribuzione dei numeretti.

PROBLEMA AI TERMINALI. Per alcuni giorni, infatti, i terminali sono stati offline e non è stato possibile effettuare alcuna operazione. I disagi, per l’esattezza, sono partiti nella giornata di martedì scorso. Ufficialmente si è parlato di guasto tecnico ma voci di corridoio parlano di ritardi nel pagamento alla società che si occupa del servizio informatico.

Il problema non riguarderebbe solo Giugliano ma anche altre aziende sanitarie locali. Alla sede di via Basile però i disagi registrati negli ultimi giorni sono stati certamente notevoli. La gente in attesa dalla prime ore del giorno si è registrata anche nei giorni scorsi. Tutto inutile, l’attesta è stata vana. «Abbiamo problemi di linea, ritornate domani» si sono sentiti dire.

Il blackout completo è avvenuto nella giornata di ieri. Martedì e mercoledì è stato ancora possibile pagare il ticket presso delle ricevitorie autorizzate (l’esenzione si può effettuare solo all’Asl) ed anche qui con molti disagi. La prima ricevitoria autorizzata al servizio è una tabaccheria che si trova a circa 800 metri dagli uffici del distretto, in via Togliatti. Un tragitto dispendioso, soprattutto per anziani e disabili, senza calcolare che così facendo si paga la somma aggiuntiva di 2 euro. Nella giornata di ieri, però, linea assente anche per le ricevitorie.

DISAGI PARZIALMENTE RISOLTI. Oggi, dunque, i disagi hanno raggiunto il loro culmine con le tante persone rimandate indietro nei giorni alle quali se ne sono aggiunte altre. Fortunatamente oggi i terminali pare stiano funzionando ma i disagi hanno creato una ressa notevole e non è stato facile gestire le oltre 150 persone in fila dall’alba. Non tutti infatti sono riusciti ad espletare la pratica. Gli uffici chiudono alle ore 12 ed il carico di lavoro è diventato insostenibile anche per i dipendenti dell’azienda sanitaria.