Il caso PD è un assist per il centrodestra: il nome nuovo è Vincenzo Basile

Il caso PD è un assist per il centrodestra: il nome nuovo è Vincenzo Basile

L’ex deputato potrebbe riunire una coalizione ampia per puntare alla vittoria al primo turno GIUGLIANO – Le vicissitudini del Pd giuglianese stanno


L’ex deputato potrebbe riunire una coalizione ampia per puntare alla vittoria al primo turno

GIUGLIANO – Le vicissitudini del Pd giuglianese stanno influenzando notevolmente anche le decisioni del centrodestra per la scelta del candidato sindaco. Dopo l’annullamento delle primarie dovuto a beghe politiche interne ma anche ai problemi giudiziari di Poziello, ora anche la candidatura di Emanuele D’Alterio sembra in dubbio, la conferenza stampa annunciata per oggi, infatti, è stata annullata.

A destra si sta immaginando il profilo di un candidato autorevole e soprattutto dalla condotta giudiziaria specchiata che possa reggere l’effetto mediatico di una campagna elettorale che si preannuncia violenta.

Il caso Pd ha ormai assunto un rilievo internazionale. È di appena qualche giorno fa un articolo di Le Monde che riportava la vicenda delle primarie di Giugliano. I vertici locali di Forza Italia riunitisi ieri sera sono ben consapevoli che lo tsunami politico che ha investito la sinistra locale con il commissariamento del circolo e l’imposizione dall’alto del candidato sindaco, sta offrendo al centrodestra la possibilità di una vittoria al primo turno che possa riscattarlo anche dalla gogna dello scioglimento del comune.

Un’occasione da non sciupare. Ecco perché sta prendendo sempre più forza il nome di Vincenzo Basile l’ex deputato di Alleanza Nazionale appoggiato da Fratelli d’Italia e da una parte dei Forzisti e su cui potrebbero convergere anche il Nuovo Psi e l’Ncd.

Uno schieramento che potrebbe ulteriormente allargarsi se dovesse permanere la rottura a sinistra. Stasera un ulteriore riunione di Forza Italia con la partecipazione del commissario Pentangelo dovrebbe sciogliere qualche restante nodo.