Marano, tre nuove farmacie sul territorio. Pubblicato il bando per l’assegnazione

Marano, tre nuove farmacie sul territorio. Pubblicato il bando per l’assegnazione

L’assessore D’Ambra: “Si riduce il disagio dei cittadini, in particolar modo per coloro che risiedono nelle zone periferiche.” MARANO – Tre nuovi


L’assessore D’Ambra: “Si riduce il disagio dei cittadini, in particolar modo per coloro che risiedono nelle zone periferiche.”

MARANO – Tre nuovi presidi farmaceutici sul territorio di Marano. Le prime tre farmacie delle sei previste dal piano comunale, vengono messe a concorso nelle seguenti zone: Poggio Vallesana, Torre Caracciolo e San Marco-Pendine.

Con Decreto Dirigenziale del Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali-D.G. Tutela della Salute – U.O.D. Politica del Farmaco e Dispositivi n. 75 del 18.3.2015 è stata disposta la pubblicazione dell’ elenco delle sedi farmaceutiche disponibili per il privato esercizio. Il decreto è disponibile sul BURC n. 20 del 23.3.2015.

Il Piano comunale delle Farmacie di Marano prevede un totale di 18 sedi e sul territorio sono già presenti 12 farmacie.

 “Quando il Piano sarà a regime e tutte le farmacie saranno assegnate – dichiara l’Assessore all’Igiene e Sanità Domenico D’Ambra – avremo una farmacia in ciascuna  delle 18 aree in cui è stato diviso il territorio comunale. Con l’apertura delle tre nuove farmacie si riduce il disagio dei cittadini, in particolar modo per coloro che risiedono nelle zone periferiche.  Obiettivo di questa Amministrazione – conclude- è migliorare un servizio importante per i cittadini che ha anche risvolti sociali andando ad incidere sulla cultura dell’utilizzo del farmaco”.

“Tre nuove sedi farmaceutiche nelle periferie del territorio per garantire il necessario presidio sanitario al servizio della popolazione – commenta il Sindaco Angelo Liccardo – Molti residenti hanno difficoltà a raggiungere il centro per svariati motivi, e con l’apertura delle nuove farmacie nelle zone di Poggio Vallesana, Torre Caracciolo e San Marco-Pendine, andremo definitivamente a risolvere la problematica assicurando un servizio utile e indispensabile sul posto”.