PD, direttivo ancora contro il commissario. Qualcuno è già pronto a seguire Poziello

PD, direttivo ancora contro il commissario. Qualcuno è già pronto a seguire Poziello

Non c’è pace per i democratici giuglianesi. I dirigenti non condividono la scelta di Guardascione ed alcuni potrebbero lasciare GIUGLIANO – I


Non c’è pace per i democratici giuglianesi. I dirigenti non condividono la scelta di Guardascione ed alcuni potrebbero lasciare

GIUGLIANO – I dirigenti del Pd giuglianese si oppongono ancora una volta al commissario Peppe Russo. La scelta del medico Franco Guardascione – 69enne ex-consigliere Dc nel ’79 – come candidato sindaco non convince la maggioranza del circolo locale così come avvenuto con l’avvocato Emanuele D’Alterio. I mal di pancia all’interno dei democratici giuglianesi continuano.

A questo punto però pare difficile che il commissario, salvo sorprese, possa cambiare di nuovo idea. Quest’ultima mossa potrebbe creare quindi lo strappo definitivo. Da qui, alcuni dirigenti potrebbero passare con Antonio Poziello, il vincitore delle primarie silurato a causa di un rinvio a giudizio. I malumori sarebbero alimentati anche dall’interessamento alle vicende interne al partito da parte di persone esterne come Rocco Granata e Tecla Magliacano.

Gli esponenti che dovrebbero lasciare per appoggiare Poziello (direttamente o candidando persone di fiducia) sono il presidente del circolo Arcangelo Palumbo, Franco Maisto, l’ex topiano Enzo Galiano, Conte e Paolo Liccardo, tutti già pronti ad effettuare il passaggio. Ancora indeciso invece l’ex candidato alle primarie Raffaele Pacilio.

La telenovela Pd, insomma, sembra sia destinata a rafforzare sempre di più il progetto “Terra dei Giochi” di Poziello che, forte dell’ampio consenso dimostrato alle primarie, scenderà in campo con 3 liste civiche, Rifondazione, Psi e Verdi.