Ancora una bomba in un negozio di Sant’Antimo. E’ la terza in pochi mesi

Ancora una bomba in un negozio di Sant’Antimo. E’ la terza in pochi mesi

Sotto attacco questa volta è finita una cornetteria di Corso Michelangelo SANT’ANTIMO – I commercianti sono ormai sotto assedio. L’ombra del racket


Sotto attacco questa volta è finita una cornetteria di Corso Michelangelo

SANT’ANTIMO – I commercianti sono ormai sotto assedio. L’ombra del racket e della camorra si allunga sempre di più. Nella notte di ieri, infatti, è stato fatto esplodere un esercizio commerciale di corso Michelangelo. Il boato è stato fortissimo ed è stato udito anche ad una certa distanza.

E’ il terzo attacco simile in pochi mesi. Prima la bomba posizionata al negozio di un barbiere, il 4 marzo scorso, poi una settimana fa è stata la volta di una sala giochi di via Roma (LEGGI). Ora l’ordigno, da quanto si apprende, è stato fatto esplodere in una cornetteria di recente apartura.

Sugli avvenimenti stanno indagando i carabinieri della locale Tenenza. La pista privilegiata dagli investigatori resterebbe quella di un’ennesima intimidazione a scopo estorsivo.