Caldoro a Villaricca per sostenere Guarino: “Non facciamo ritornare gli amici di Bassolino”

Caldoro a Villaricca per sostenere Guarino: “Non facciamo ritornare gli amici di Bassolino”

Il governatore in visita ieri per la campagna elettorale del candidato al consiglio regionale: “De Luca è una macchietta, lo confondo sempre


Il governatore in visita ieri per la campagna elettorale del candidato al consiglio regionale: “De Luca è una macchietta, lo confondo sempre con Crozza”

VILLARICCA – Grande bagno di folla e grande entusiasmo per il presidente della Regione Stefano Caldoro alla tensostruttura di via Napoli. L’evento è stato organizzato dal candidato al consiglio regionale Francesco Guarino, consigliere comunale uscente a Villaricca, ed ha visto anche la presenza dell’europarlamentare Fulvio Martusciello.

10389353_10206777947349562_4163918876531733089_n“Guarino è figlio di questo territorio ed è sempre disponibile con tutti – ha affermato Martusciello – quindi votare per lui significa avere un punto di riferimento alla Regione”.

I due candidati nei loro discorsi hanno voluto rimarcare i disastri dei governi regionali passati. “Il centrosinistra ha distrutto la Campania, ci ha ridotto a quella regione “canaglia” insultato e denigrata da tutti i media nazionali. – ha dichiarato Caldoro – E basta parlare solo di Bassolino, che sicuramente ha le sue colpe, con lui c’era anche il suo amico De Luca. Non riconsegniamo la Campania a chi ci ha riempiti di rifiuti e di debiti”.

Poi il governatore ha riservato un ulteriore stoccata all’avversario del Pd: “De Luca sembra sempre più una macchietta. Confondo sempre lui con Crozza, che lo imita benissimo. Forse però è meglio Crozza, almeno lui è eleggibile a differenza di De Luca”.

“Caldoro si è comportato come un buon padre di famiglia – ha aggiunto il candidato al consiglio regionale Guarino –, ha ereditato una regione allo sbando. Non è né De Luca, né Ciarambino. Solo noi possiamo ridisegnare il futuro della Campania”.

11329856_10206777948989603_1545974443053190068_nNel suo intervento il Governatore si è soffermato anche sulla sanità: “Bassolino ha rimasto gli ospedali in ginocchio – ha asserito Caldoro -, noi ne abbiamo aperti di nuovi ed abbiamo permesso nuovi assunzioni”. Nel suo veloce intervento, però, Caldoro non si è espresso sul progetto dell’inceneritore di Giugliano.

Per concludere, poi, il presidente uscente ha lanciato anche una promessa: “Dopo la vittoria all’elezioni stiamo già studiando come garantire un contributo economico alle fasce più deboli”.