Elezioni a Mugnano: il centrosinistra presenta i suoi candidati

Elezioni a Mugnano: il centrosinistra presenta i suoi candidati

Sarnataro: “Mugnano va riprogettata, la sfida è dura ma tutti insieme possiamo vincere” MUGNANO – Si è tenuta ieri sera, intorno alle


Sarnataro: “Mugnano va riprogettata, la sfida è dura ma tutti insieme possiamo vincere”

MUGNANO – Si è tenuta ieri sera, intorno alle ore 19.00 in via Pietro Nenni a Mugnano, la presentazione alla cittadinanza dei candidati delle liste della coalizione di centrosinistra guidata da Luigi Sarnataro. L’evento è stato aperto dall’intervento di alcuni vertici regionali del Pd, tra cui il segretario regionale Venanzio Carpentieri, il capogruppo Raffaele Topo e il prossimo candidato alle regionali Giovanni Chianese, che hanno manifestato tutto il proprio supporto alla campagna elettorale di Sarnataro.

La parola passa poi proprio a Luigi Sarnataro, che per prima cosa ci ha tenuto a ringraziare tutti i candidati presenti e in particolare i compagni di partito Albanese e Schiattarella che fino all’ultimo gli hanno conteso la candidatura, ma che “poi sono subito stati disposti a essere uniti intorno al progetto”. Il discorso si sposta poi sul programma elettorale che spazia dai temi della cementificazione a quelli ambientali, passando per il rilancio dei servizi e delle politiche sociali. Sarnataro risponde anche a chi lo accusa di progettare senza riflettere sulla reale situazione finanziaria del comune: “I soldi per applicare il programma ci sono, avremo a disposizioni fondi regionali ed europei e in più combattendo gli sprechi di gestione faremo respirare le casse comunali”.

In conclusione c’è anche spazio per una stoccata alle altre forze politiche in corsa per la poltrona di sindaco: “Il nostro programma è frutto di una lunga progettazione a differenza dei programmi di qualcuno che sono stati consegnati all’ultimo minuto” e aggiunge “gli altri dicono stop al cemento e poi hanno dei costruttori tra i loro candidati, il nostro invece è un raggruppamento omogeneo che non punta solo a vincere queste elezioni ma punta a governare questo paese”. La campagna elettorale sembra ufficialmente aperta e questa è solo la prima di tante schermaglie politiche che ci accompagneranno fino al 31 maggio.