Esplosione in fabbrica, i morti sono 4: stamattina è deceduto Salvatore Schiattarella

Esplosione in fabbrica, i morti sono 4: stamattina è deceduto Salvatore Schiattarella

L’altro titolare dell’attività era ricoverato al Cardarelli di Napoli NAPOLI – Il bilancio delle vittime dell’esplosione di ieri alla fabbrica dei fuochi


L’altro titolare dell’attività era ricoverato al Cardarelli di Napoli

NAPOLI – Il bilancio delle vittime dell’esplosione di ieri alla fabbrica dei fuochi d’artificio di Ponte Riccio sale a quattro persone. E’ deceduto all’ospedale Cardarelli di Napoli Salvatore Schiattarella (nella foto a sinistra), 50 anni, che era stato ricoverato al centro grandi ustionati.

Salvatore si aggiunge ai tre già deceduti nella giornata di ieri: Luigi Capasso, Raffaele Schiattarella e Gabriele Vallefuoco. Al momento sono ancora ricoverate in ospedale altre due persone. Il terzo ferito è stato dimesso ieri dopo essere stato medicato.

Continuano intanto le indagini del commissariato di Giugliano e della Procura di Napoli sulle cause dell’esplosione, che sarebbe avvenuta per colpa di una pressa. Andranno accertate eventuali responsabilità, oltre che l’effettiva osservanza di norme di sicurezza in una fabbrica di fuochi d’artificio dove i rischi per i lavoratori sono altissimi.