Mugnano, Iazzetta presenta la squadra: “Mi stanno sottovalutando, la cittadinanza è con me”

Mugnano, Iazzetta presenta la squadra: “Mi stanno sottovalutando, la cittadinanza è con me”

Interrogato sulla possibilità del ballottaggio non si schiera e rilancia la sfida a Piscopo e Sarnataro MUGNANO – Carmine Iazzetta si presenta


Interrogato sulla possibilità del ballottaggio non si schiera e rilancia la sfida a Piscopo e Sarnataro

MUGNANO – Carmine Iazzetta si presenta alla cittadinanza, e lo fa in un ristorante di Mugnano circondato dall’affetto dei suoi fedelissimi sostenitori che sono accorsi in gran numero nella serata di ieri. Nel suo discorso di apertura, subito ricorda il successo del ricorso al TAR per il reintegro delle liste e si difende anche dalle accuse di populismo che gli sono state mosse in seguito alla sua dichiarazione di voler devolvere lo stipendio da sindaco alle famiglie più bisognose, “il mio è un piccolo gesto per dimostrare che non si vive di politica, dobbiamo riavvicinare i cittadini alle istituzioni abolendo gli sprechi”.

11150740_10205795419396889_315144897676005453_nMa il vero argomento che tiene banco da diverse settimane è quello di un suo eventuale posizionamento in caso di ballottaggio tra Sarnataro e Piscopo e specialmente negli ultimi giorni, si rincorrono le voci che lo collocherebbero ora con il centrosinistra  e ora con il centrodestra a seconda delle fonti.

Iazzetta sembra essere cosciente di poter essere l’ago della bilancia di queste elezioni, come dimostrano anche gli attestati di solidarietà ricevuti nei giorni scorsi dagli altri candidati che ci hanno subito tenuto a essere vicini all’avvocato congratulandosi per il reintegro delle liste.

Tuttavia il candidato dei popolari, appare contrario a qualsiasi forma di alleanza e pur ringraziando i suoi avversari per il sostegno, dichiara “sono delle persone che stimo, ma le figure che li circondano sono troppo legate alla vecchia politica” e rilancia “sono convinto che al ballottaggio andrò io perché l’entusiasmo intorno alla mia persona cresce giorno dopo giorno”.

Incalzato su quale area politica senta più vicina, ribadisce il suo pensiero “io politicamente appartengo al centro destra ma la trasparenza non è ne di destra ne di sinistra, il problema non sono i programmi sono le persone”. L’avvocato insomma rilancia la sfida a Piscopo e Sarnataro e si candida per essere la vera sorpresa delle prossime elezioni.