Mugnano, s’infiamma la campagna elettorale. Iazzetta contro gli altri candidati: “Vergognatevi”

Mugnano, s’infiamma la campagna elettorale. Iazzetta contro gli altri candidati: “Vergognatevi”

Dure accuse dell’avvocato in merito alle iniziative elettorali di domenica dopo il lutto cittadino. Immediate le reazioni di Sarnataro, Zucconelli e Piscopo MUGNANO


Dure accuse dell’avvocato in merito alle iniziative elettorali di domenica dopo il lutto cittadino. Immediate le reazioni di Sarnataro, Zucconelli e Piscopo

MUGNANO – La campagna elettorale per le prossime elezioni comunali a Mugnano si sta avviando al voto del 31 maggio senza grandi polemiche. In particolare negli ultimi giorni il tono è stato molto sommesso, anche in seguito al grave lutto che ha colpito la città il 13 maggio scorso. Sabato si sono tenuti i funerali delle quattro vittime e si è consumato il lutto cittadino, mentre domenica sono riprese le iniziative programmate per il week-end elettorale.

Ad alzare i toni ci hanno pensato le parole di Carmine Iazzetta, candidato sindaco per i Popolari per l’Italia. L’avvocato, con un post apparso sul suo profilo Facebook nella tarda serata di ieri, ha attaccato gli altri candidati per avere ripreso la campagna elettorale appena finito il lutto cittadino senza rispetto per “il dolore di un intero paese pur di racimolare un voto in più”. Il post termina con un lapidario “Vergognatevi”. Queste dure accuse hanno scatenato, com’era prevedibile, la reazione degli altri candidati.

Luigi Sarnataro
Luigi Sarnataro

Molto sorpreso da queste parole il candidato di centrosinistra Luigi Sarnataro: “Sono sicuro che Carmine non si riferisse a noi anche perché sono stato uno dei primi a sospendere la campagna elettorale”, inoltre riferendosi all’iniziativa che ieri lo ha visto sfilare per le strade della città in bicicletta, ricorda che il tutto è stato condotto in tono minore rispetto a quanto era previsto e soprattutto tutti i partecipanti indossavano il lutto al braccio in memoria delle vittime.

Dello stesso avviso il candidato del Movimento 5 stelle Umberto Zucconelli, che sottolinea di essere stato l’unico a “non aver lucrato visibilità al momento dei funerali” e difende l’iniziativa che si è tenuta ieri che ha visto protagonista il parlamentare Roberto Fico, “ho annullato il mio camper tour in rispetto del lutto cittadino, non era facile annullare una iniziativa programmata da tempo in accordo con l’agenda del nostro parlamentare”.

A gettare acqua sul fuoco ci ha pensato il candidato di centrodestra Aniello Piscopo, che pure ieri è stato presente sul territorio con alcuni gazebi in punti nevralgici della città, ma che ha preferito non commentare le parole di Iazzetta per “non alimentare polemiche sterili”. La campagna elettorale sembra entrare nel vivo e non essendoci ancora un netto favorito, i prossimi tredici giorni che ci separano dal voto potrebbero essere decisivi per convincere gli elettori indecisi.