Quarto, sette liste fuori dalle elezioni. Sentenza storica del Consiglio di Stato

Quarto, sette liste fuori dalle elezioni. Sentenza storica del Consiglio di Stato

Centrosinistra e centrodestra non sono stati ammessi al voto. Accolti i ricorsi presentati contro la sentenza del Tar che aveva riammesso le


Centrosinistra e centrodestra non sono stati ammessi al voto. Accolti i ricorsi presentati contro la sentenza del Tar che aveva riammesso le liste escluse dalla commissione elettorale

QUARTO – A Quarto la politica perde pezzi e alla prossima campagna elettorale si potranno votare poche liste. Il Consiglio di Stato ha infatti accolto i ricorsi presentati contro la sentenza del Tar che aveva riammesso alla competizione elettorale ben sette liste rimaste fuori gioco per irregolarità.

Ad essere escluso dai giochi l’intero centrosinistra che sosteneva la candidatura a sindaco di Francesco Dinacci (Partito Democratico, Sel-Valori e Diritti, Udc, Quartopuntozero e Centro Democratico), Fratelli d’Italia che appoggiava la candidatura a primo cittadino di Giuseppe Martusciello, Ncd a sostegno di Mario Bramante. Le cause sono dovute ad una serie di irregolarità formali all’atto della presentazione delle liste.

Restano in campo il Movimento Cinque Stelle e un pugno di liste civiche, mentre Forza Italia ha deciso spontaneamente di non partecipare alla competizione elettorale con alcuna lista.