Sant’Antimo, picchiava e minacciava la moglie da 2 anni: in manette un 47enne

Sant’Antimo, picchiava e minacciava la moglie da 2 anni: in manette un 47enne

L’uomo perseguitava la coniuge anche con pedinamenti, appostamenti e controlli SANT’ANTIMO – Picchiava la moglie anche davanti ai figli. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile


L’uomo perseguitava la coniuge anche con pedinamenti, appostamenti e controlli

SANT’ANTIMO – Picchiava la moglie anche davanti ai figli. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Giugliano hanno arrestato per atti persecutori e lesioni un 47enne del luogo, incensurato.

Oggi l’ultimo raptus di gelosia. L’uomo è stato bloccato nella sua abitazione immediatamente dopo che, al culmine di una lite per futili motivi aveva picchiato a calci e pugni la moglie 44enne. La vittima è stata medicata dai sanitari dell’ospedale “Moscati” di Aversa  per lesioni guaribili in 5 giorni.

Con successive verifiche i carabinieri hanno accertato che da circa 2 anni l’uomo perseguita la moglie con pedinamenti, appostamenti e controlli, nonché aveva usato violenza fisica e psicologica nei suoi confronti, anche in presenza dei 3 figli di cui uno minorenne, ingenerando nella stessa stati di ansia e paura che avevano compromesso il normale svolgimento della sua quotidianità.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato nell’abitazione della madre agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità giudiziaria.