Storace a Giugliano per sostenere Arzillo e Basile: “Solidarietà e legalità contro la camorra”

Storace a Giugliano per sostenere Arzillo e Basile: “Solidarietà e legalità contro la camorra”

Il segretario de “La Destra” al Fondo Italia inaugurato a Varcaturo. Poi la visita al circolo di via Aniello Palumbo. Rom e


Il segretario de “La Destra” al Fondo Italia inaugurato a Varcaturo. Poi la visita al circolo di via Aniello Palumbo. Rom e questione morale al centro del dibattito

GIUGLIANO – Solidarietà e legalità. Sono le parole chiave della visita giuglianese di Francesco Storace, segretario de “La Destra”. L’ex presidente della Regione Lazio prima è approdato a Varcaturo per l’inaugurazione del “Fondo Italia”,  ex tenuta Marrandino confiscata alla camorra e trasformata dal Centro Sportivo Fiamma in uno spazio verde, poi ha fatto tappa al comitato di Fratelli D’Italia in via Aniello Palumbo per l’endorsement di Antonio Arzillo, candidato indipendente nelle liste di Fratelli D’Italia, e Vincenzo Basile, candidato sindaco nel partito della Meloni.

Gli orti sociali. Prima parte della mattinata al Fondo Italia. L’inaugurazione degli orti sociali diventa un trampolino di lancio per la campagna elettorale della destra giuglianese a 15 giorni dalle elezioni. “Abbiamo voglia di legalità.  – Ha dichiarato Basile –  Nella tenuta dove prima la camorra conservava e spacciava droga, sono stati allestiti gli orti sociali ed è stato dedicato un verde attrezzato per bambini e famiglie. L’impegno politico comporta anche questo: lotta alla criminalità e alla delinquenza”.

orti sociali
Il Fondo Italia a Varcaturo

Sulla stessa lunghezza d’onda Antonio Arzillo: “Gli orti sociali sono il segno di riscatto di una città che porta il marchio infame del commissariamento per camorra. Durante la mia attività sul territorio, ho sempre dato priorità alle fasce più deboli e al contrasto di nuove forme di povertà. Dare un’alternativa concreta alla città significa questo”. Per Francesco Storace l’inaugurazione del Fondo è “il ritorno della città alla democrazia. Nelle istituzioni manca ormai la sensibilità sociale. Ciò che è accaduto a Varcaturo è la dimostrazione di come solidarietà e legalità possono marciare assieme.”

Questione rom. Legalità e solidarietà ma anche identità nazionale. Nel discorso al comitato, non poteva mancare una battuta sulla questione rom, spina nel fianco insieme al tema degli abbattimenti della campagna elettorale giuglianese. “Gli zingari rappresentano un costo per le casse dello Stato – ha denunciato Arzillo – abbiamo dato case, vitto e alloggio ai rom. Persino i 21 appartamenti del Parco Rea saranno assegnati a loro. Dobbiamo dare precedenza alle coppie e alle famiglie giuglianesi che non dispongono di un’abitazione”. “L’Italia ricca e prospera di un tempo non esiste più. Non si capisce più chi sia padrone a casa sua – ha tuonato Storace sul tema -. Asili nido, alloggi e servizi sociali. Non possiamo più sopportare questi costi per gli stranieri. Prima vengano gli italiani”.

Questione morale. Francesco Storace, infine, non risparmia una stoccata sulla questione morale, uno dei temi caldi di una campagna elettorale accesa dalla polemica sulle liste di De Luca: “Il partito democratico è devastato dalla questione morale. Non si può delegare a una minoranza organizzata la gestione degli affari correnti della città e della Regione. Per questo dobbiamo combattere l’astensionismo, convincere la gente a votare. Alle urne, vedremo poi se prevarranno i vecchi apparati politici o quelle forze che puntano su valori come solidarietà, legalità e identità nazionale”.

GUARDA LE FOTO: