Tragedia sfiorata ieri a Lago Patria, i due bambini investiti restano in ospedale

Tragedia sfiorata ieri a Lago Patria, i due bambini investiti restano in ospedale

Al piccolo Manuel è stata asportata la milza. Ancora una volta sotto accusa la sicurezza stradale sulla fascia costiera FASCIA COSTIERA –


Al piccolo Manuel è stata asportata la milza. Ancora una volta sotto accusa la sicurezza stradale sulla fascia costiera

FASCIA COSTIERA – Un tragedia sfiorata ieri sera a Lago Patria. Restano comunque in ospedale Sarah e Manuel, i due bambini, rispettivamente di 5 e 8 anni, investiti intorno alle ore 20 di ieri mentre attraversavano con la madre della piccola (LEGGI).

I due piccoli di colore dopo l’impatto sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale “La Schiana” di Pozzuoli. Manuel è stato portato immediatamente in sala operatoria dove i medici gli hanno dovuto asportare la milza. Per il piccolo sono state riscontrate anche lesioni ai polmoni e per questo resta sotto osservazione presso il nosocomio puteolano.

Per l’amichetta Sarah invece, – figlia di una titolare di una supermarket di via Lago Patria – tanta paura all’inizio ma per fortuna sembra nulla di gravissimo. La bimba ha inizialmente perso i sensi ed è rimasta per un bel po’ sotto shock. E’ stata effettuata inizialmente una tac, sempre presso la struttura ospedaliera di Pozzuoli, per poi trasportarla al Santobono di Napoli dove è stata eseguita una “total body”. Anche lei resta sotto osservazione per verificare se ci sono lesioni interne.

Per fortuna entrambi non rischiano la vita. Finisce ancora una volta sotto accusa però – nonostante ieri pare si sia trattato di una fatalità – la sicurezza delle strade della fascia costiera giuglianese. Episodi simili, infatti, accadono spesso ed alcune volte terminano anche in tragedia. I cittadini continuano a chiedere dunque maggiori misure di prevenzione, come i dissuasori di velocità e maggiori controlli agli automobilisti sregolati.