De Luca a Giugliano per Poziello, visita “a sorpresa” per ricompattare il centrosinistra?

De Luca a Giugliano per Poziello, visita “a sorpresa” per ricompattare il centrosinistra?

L’incontro, in un ristorante della zona mare, annunciato solo in mattinata. Il neo governatore dribbla la domanda sul PD GIUGLIANO – Vincenzo


L’incontro, in un ristorante della zona mare, annunciato solo in mattinata. Il neo governatore dribbla la domanda sul PD

GIUGLIANO – Vincenzo De Luca a Giugliano per sostenere la corsa di Antonio Poziello al ballottaggio di domenica, l’incontro – annunciato solo questa mattina – si è tenuto in un ristorante della fascia costiera ed ha colto tanti di sorpresa.

E della zona mare, roccaforte del suo avversario Guarino, ha parlato Antonio Poziello: “questa città così com’è non ci piace, vogliamo ripartire dalle macerie di Licola, dal depuratore che non funziona ed inquina il mare, da una costa dove c’è ogni tipo di problema. Quest’area va resa vivibile, a partire da servizi basilari come il sistema fognario ed i marciapiedi. Abbiamo fatto la campgna elettorale dicendo che vogliamo lavorare sul piano regolatore, possiamo mettere 40 milioni per le infrastrutture, puntiamo a creare parchi e centri di attrazione come il cinema che da troppi anni manca alla città. La circumlago è uno scempio, quello che dice di essere il sindaco della fascia costiera negli ultimi anni non ha fatto niente, sia da consigliere comunale che provinciale: i lidi, ad esempio, sono ancora sequestrati. Oggi abbiamo un grande occasione, qui c’è un sindaco che ha rilanciato alla grande la sua città ed ora da presidente assicurerà la spesa dei fondi europei e bloccherà la costruzione dell’inceneritore. Questa città non può morire, non può spegnersi e noi la riaccenderemo anche grazie a de Luca”.

Il neo governatore della Campania esordisce dicendo che ha raccolto l’invito “innanzitutto per un gesto di affetto verso chi mi ha sostenuto, e poi per confermare di persona l’impegno a fare di Giugliano e del litorale domitio un punto centrale nel rilancio dell’intera regione. Questa zona sarà destinataria di investimenti importantiassimi, capacità amministrativa e legalità devono essere le parole d’ordine. Voi avete tra le mani una miniera d’oro che non è stata sfruttata per anni ed anni, questa deve diventare la Romagna del sud”.

deluca2De Luca punta poi il dito contro la complessità della macchina amministrativa: “Purtroppo la burocrazia ci blocca, così come dimostra la questione dei balneatori. Noi sul problema rifiuti siamo già al lavoro, entro fine mese produrremo una proposta tecnica per le ecoballe. So che non sarà facile, ci vorranno anni, ma cercheremo di accelerare il più possibile ribadendo il nostro NO all’inceneritore: bisogna bloccare il bando, è un investimento inutile, non c’è redditività e con la differenziata non ne avremo bisogno. In queste ore stanno rilanciando un progetto per i depuratori che però Cantone ha bloccato, le pratiche vanno velocizzate ma vigileremo su eventuali tentativi di infiltrazioni. Un altro grande progetto riguarderà nuove infrastrutture lungo tutto il litorale domitio, poi penseremo alle varianti urbanistiche: sono affascinato dall’idea di un Viale Monumentale alberato con i platani. Ogni 500 metri dovranno nascere aree di sviluppo a destinazione turistica o mista, poi decideranno gli imprenditori se fare altro. Quest’area può trainare il turismo di tutto il mezzogiorno e può creare milioni di posti di lavoro. Ripeto, Giugliano e litorale domitio come principale asse d’investimento di tutta la Campania”.

Le radici di Giugliano affondano però nell’agricoltura, su cui l’ex sindaco di Salerno commenta: “è un settore che va rilanciato, abbiamo perso l’occasione di Expo. Ma come si fa a non capire che quella è una grande vetrina? Lì avremmo dovuto portare tutti i nostri prodotti d’eccellenza. Non abbiamo neanche lo stand della Campania. Qui a Giugliano ora dovete fare una scelta: sviluppo o clientelismo come è avvenuto per tanti anni. Lo sviluppo crea ricchezza, il clientelismo crea solo servi: a voi la scelta. Avete una importante zona industriale dove però non si investe, anche qui ci saranno incentivi per assumere e creare impresa. Ora dovete decidere in piena libertà per il futuro di questo territorio. Io confermo l’impegno della regione per Giugliano, voglio realizzare a qualunque costo il distretto turistico”.

Non poteva però mancare un accenno al PD, che a Giugliano ha cancellato il risultato delle primarie mettendo da parte proprio Poziello, ed ora si trova in una situazione quanto meno complicata. Alla domanda: “Il Pd si è spaccato su Poziello, lei appoggia Poziello?” De Luca ha risposto: “Sono venuto ad incontrare i balneatori, buona giornata”.