Disastro ambientale alla Resit, ecco le reazioni. Poziello: “L’incendio è doloso”

Disastro ambientale alla Resit, ecco le reazioni. Poziello: “L’incendio è doloso”

Il commissario De Biase: “Disastro annunciato”. Il sindaco di Parete: “Subito incontro con Ministro e Presidente della Regione” GIUGLIANO -Un disastro ambientale


Il commissario De Biase: “Disastro annunciato”. Il sindaco di Parete: “Subito incontro con Ministro e Presidente della Regione”

GIUGLIANO -Un disastro ambientale senza precedenti in Campania. Uno dei roghi tossici più devastanti che la Terra dei Fuochi ricordi. L’incendio alla discarica Resit di Giugliano scatena subito le reazioni di politici e amministratori locali.

IL SINDACO DI PARETE. Sul posto, alla notizia del disastro, il primo ad accorrere per accertarsi dell’entità dei danni è stato il sindaco di Parete, Raffaele Vitale. “Siamo di fronte all’ennesimo episodio che mette a rischio la salute di migliaia di persone. – ha fatto sapere il primo cittadino in un comunicato stampa – Non è più possibile tollerare l’inerzia delle istituzioni preposte alla messa in sicurezza e alla vigilanza dell’area. Chiedo al ministro dell’Ambiente Galletti e al governatore De Luca di aumentare subito la sorveglianza nella zona per impedire episodi analoghi a quello odierno, ma soprattutto auspico la convocazione di un tavolo di confronto per avviare definitivamente la bonifica di una delle aree più martoriate della nostra regione”.

IL COMMISSARIO. Rabbia e frustrazione invece nelle parole del commissario alle Bonifiche Mario De Biase: “Se non fosse stato revocato l’appalto all’Ati Tre Erre per il coinvolgimento nell’inchiesta di Mafia Capitale, a quest’ora la messa in sicurezza della discarica già sarebbe stata completata. E invece siamo qui a commentare l’ennesimo disastro”. Poi ho aggiunto: “Mi allarma il fumo nero sprigionato dall’incendio. C’è il rischio che siano andati in fiamme i teli di plastica ammucchiati vicino alla palazzina dismessa, accanto alla discarica. E’ materiale non a norma sequestrato durante la gestione di Cipriano Chianese”.

Antonio-Poziello-PdIL SINDACO DI GIUGLIANO. Si mostra invece preoccupato per l’origine dolosa dell’incendio Antonio Poziello: “Mi auguro che gli inquirenti possano fare al più presto chiarezza sull’episodio che riaccende i riflettori sulle ecomafie e sui relativi traffici. C’è da chiedersi quale sia il significato del rogo e cosa si volesse distruggere e per quale motivo”. Di fronte ai rischi per la salute provocati dalla nube tossica, il primo cittadino giuglianese ha annunciato l’intenzione con il commissario De Biase “di avviare subito una serie di interventi per il monitoraggio dell’aria”. “Domattina alle 10 – ha concluso – si leveranno in volo due aerei sperimentali del CNR attrezzati per la misurazione delle sostanze tossiche nell’atmosfera per verificare che non vi sia stato il superamento dei valori di soglia”.