Mugnano, 2 “topi d’appartamento” in manette. Scoperti e bloccati da poliziotto fuori servizio

Mugnano, 2 “topi d’appartamento” in manette. Scoperti e bloccati da poliziotto fuori servizio

I due ladri arrestati sono entrambi mugnanesi. Sono già stati condannati per direttisima MUGNANO – Erano riusciti a smontare maniglie e serrature


I due ladri arrestati sono entrambi mugnanesi. Sono già stati condannati per direttisima

MUGNANO – Erano riusciti a smontare maniglie e serrature dalle porte di un appartamento, ubicato su due livelli, in Mugnano di Napoli e stavano sradicando la rubinetteria, quando è intervenuto un poliziotto del Commissariato di P.S. di “Afragola”.

L’agente, infatti, stava rincasando quando è stato informato della strana presenza di rumori provenire da un appartamento attiguo al suo.

Raggiunto il primo piano, l’agente ha scorto due individui che erano intenti a portar via la rubinetteria dai bagni, qualificandosi quale appartenente alla Polizia di Stato.

Raffaele ARGIUOLO, di 34 anni e Filippo CAIANELLO, di 38 anni, entrambi di Mugnano di Napoli, all’unisono ed in velocità, hanno scaraventato a terra l’agente per fuggire.

Il poliziotto, però, subito rialzatosi, li ha inseguiti bloccandoli nel cortile di casa.

Al fine di divincolarsi dalla presa, i due hanno procurato al poliziotto lesioni guaribili in 7 giorni.

Con l’ausilio di personale del Commissariato di P.S. Afragola, i due sono stati arrestati perché responsabili, in concorso tra loro, dei reati di tentato furto, violazione di domicilio, violenza, resistenza e lesioni a P.U., oltre che detenzione di arnesi atti allo scasso.

Processati con rito per direttissima, entrambi sono stati condannati alla pena di 1 anno e 6 mesi di reclusione, con il beneficio degli arresti domiciliari.