Nube tossica su tutta l’area nord, in fiamme la Resit di Giugliano

Nube tossica su tutta l’area nord, in fiamme la Resit di Giugliano

Un incendio di enormi proporzioni è divampato all’ìinterno della discarica. Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia. Si pensa ad un’origine dolosa


Un incendio di enormi proporzioni è divampato all’ìinterno della discarica. Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia. Si pensa ad un’origine dolosa

GIUGLIANO – In fiamme la Resit di Giugliano. Un incendio è scoppiato all’interno della nota discarica. Sul posto sono accorse subito quattro autobotti dei Vigili del Fuoco, l’Arpac e gli agenti di Polizia del commissariato locale guidati da Pasquale Trocino. Non si conoscono le cause del rogo, anche se, secondo l’Arpac, la vastità dell’incendio farebbe pensare alla matrice dolosa. Probabilmente  le fiamme sarebbero partite da una vicina palazzina dismessa, per poi propagarsi ad uno dei capannoni ubicati all’interno della discarica. Sul posto anche il sindaco di Parete, Raffaele Vitale. Le nubi di fumo sprigionate dall’incendio sono numerose e dal colore scuro si presume che stiano bruciando materiali tossici.

“Siamo di fronte all’ennesimo episodio che mette a rischio la salute di migliaia di persone. – commenta il primo cittadino di Parete – Non è più possibile tollerare l’inerzia delle istituzioni preposte alla messa in sicurezza e alla vigilanza dell’area. I sindaci e i cittadini non possono pagare per responsabilità altrui ne tantomeno fronteggiare da soli l’emergenza ambientale del territorio. Chiedo al ministro dell’Ambiente Galletti e al governatore De Luca di aumentare subito la sorveglianza nella zona per impedire episodi analoghi a quello odierno ma soprattutto auspico la convocazione di un tavolo di confronto per avviare definitivamente la bonifica di una delle aree più martoriati della nostra regione, dove ci sono decine e decine di discariche e il grande problema delle ecoballe stoccate tra Taverna del Re e Lo Spesso”.

GUARDA IL VIDEO:

https://www.youtube.com/watch?v=okWMTO8YiV0

GUARDA LE FOTO: