Due ore di pioggia mettono in ginocchio l’intera provincia. Circe dovrebbe tornare domani

Due ore di pioggia mettono in ginocchio l’intera provincia. Circe dovrebbe tornare domani

Il ciclone era stato ampiamente preannunciato, ma tantissimi sono stati i disagi in un hinterland puntualmente impreparato GIUGLIANO – Era stato annunciato


Il ciclone era stato ampiamente preannunciato, ma tantissimi sono stati i disagi in un hinterland puntualmente impreparato

GIUGLIANO – Era stato annunciato da giorni, ma l’intensità con cui si è presentato il temporale estivo su Napoli e provincia ha sorpreso tutti. La colpa, come è noto, è del ciclone Circe, un vortice di aria fresca proveniente dal Nord Europa che, per alcuni giorni, metterà da parte il famigerato Caronte.

Col fresco e con l’acqua, però, arrivano puntuali i disagi di un hinterland impreparato, che non riesce a reggere l’urto di poche ore di pioggia, seppur intensa. Numerosi i disagi segnalati, i gruppi facebook traboccano di foto e video, come quello che vi mostriamo, in zona cimitero-via Frezza.

Su via Madonna del Pantano la caduta di alcuni alberi per il forte vento ha addirittura sbarrato l’accesso alle automobili, ma tra tombini traboccanti, immondizia galleggiante, marciapiedi sommersi e danni vari la rete è invasa di allarmi. Ancora una volta un paio d’ore di pioggia riescono a mettere nell’angolo – se non in ginocchio – un’intera provincia. Pioggia, non “bombe d’acqua” che, per altro, in meteorologia ed in italiano non esistono.

Gli esperti avvertono: Circe ci terrà compagnia ancora domani pomeriggio e – probabilmente – anche per qualche ora di sabato. Poi, nonostante gli allarmi, l’estate tornerà a fare il suo dovere.

circe1 circe2