Giugliano, i cittadini pagano altri 135mila euro per togliere i rifiuti dei Rom. “Verrà smantellato”

Giugliano, i cittadini pagano altri 135mila euro per togliere i rifiuti dei Rom. “Verrà smantellato”

Intanto arriva l’annuncio del presidente delle Regione Vincenzo De Luca GIUGLIANO – Circa 135mila euro di soldi pubblici per ripulire i rifiuti


Intanto arriva l’annuncio del presidente delle Regione Vincenzo De Luca

GIUGLIANO – Circa 135mila euro di soldi pubblici per ripulire i rifiuti depositati nei pressi dei campi rom. E’ la cifra che dovrà sborsare il Comune di Giugliano per i rifiuti in località Masseria del Pozzo. Lo si legge nella Determina n. 677 del 16/07/2015 a firma del dirigente dell’Ufficio Ambiente, l’ingegnere Mario Oscurato.

Le aree in questione furono sequestrate il 17 maggio scorso dai poliziotti del locale commissariato di Polizia a causa dei numerosi roghi tossici ed il deposito incontrollato di ogni genere di rifiuto, da quelli solidi urbani a quelli pericolosi come pneumatici, elettrodomestici eccetera. Ora è stata indetta una gara per l’affidamento d’urgenza del “Servizio di selezione, caratterizzazione, prelievo, trasporto e smaltimento finale di rifiuti abbandonati e giacenti nelle aree adiacenti al campo rom”.

Danni che ricadono quindi sulle casse dell’amministrazione comunale, oltre al rischio di responsabilità penali per l’omessa bonifica, e sulla salute pubblica. Importanti risorse che potrebbero essere usate per altri fini di pubblica utilità e che invece devono essere usati per un’emergenza che sembra non avere fine.

Stamani anche il sindaco di Qualiano, Ludovico De Luca, dopo l’ennesimo intervento di pulizia straordinaria nella zona antistante i campi rom sulla Circumvallazine Esterna alle spalle della zona Asi di Giugliano, ma nel territorio di Qualiano a Ponte Riccio, è esploso sulla vicenda. “Subiamo questa convivenza forzata con la comunità rom e con tutto quanto ne deriva. – ha tuonato il primo cittadino qualianese – E’ solo il senso di responsabilità, per l’incolumità delle persone qualianesi, ma anche di tutti coloro che transitano su quella strada”.

“Un intervento necessario, – ha concluso De Luca – però, oltre che per la sicurezza anche, per sottrarre ai rom materiali da bruciare con un ulteriore danno al nostro ambiente”.

Intanto quest’oggi il governatore Vincenzo De Luca ha incontrato il ministro dell’Interno Angelino Alfano. Al termine dell’incontro, in una nota, è arrivato l’annuncio: “Particolare attenzione – dichiara il presidente della Campania – sarà dedicata a investimenti in uomini, mezzi e tecnologie per la sicurezza urbana e metropolitana. Si interverrà anche per lo smantellamento del campo rom di Giugliano, per prevenire e stroncare la prosecuzione di episodi criminali più volte segnalati da autorità e popolazioni locali, come il rogo di rifiuti tossici che attenta anche alla salute dei cittadini”. “La sicurezza – afferma De Luca – è un bene prezioso per le famiglie, le imprese, il territorio. Rappresenta una priorità”.