Passa la mozione di censura a Marano, Liccardo annuncia le dimissioni

Passa la mozione di censura a Marano, Liccardo annuncia le dimissioni

13 voti favorevoli, 8 contrari: per il sindaco era “uno voto di fiducia, non sarò capro espiatorio di nessuno” MARANO – Con


13 voti favorevoli, 8 contrari: per il sindaco era “uno voto di fiducia, non sarò capro espiatorio di nessuno”

MARANO – Con 13 voti a favore ed 8 contrari passa la mozione di censura presentata da Mauro Bertini nei confronti del sindaco Liccardo, reo di non aver mai affrontato l’annosa questione del Piano di Insediamento Produttivo, dopo che un anno fa veniva approvata una delibera che impegnava la sua amministrazione a prendere immediati provvedimenti.

Alla vigilia del voto Liccardo dichiarava: “Per me è un voto di fiducia, non sono il capro espiatorio di nessuno. Se la mozione passa mi dimetterò seduta stante perchè non intendo prendere in giro me stesso e sono abituato ad affrontare la realtà”. A questo punto, si attende solo la formalizzazione delle dimissioni che dovrebbero scrivere la parola fine all’esperienza amministrativa di Angelo Liccardo, eletto sindaco poco più di due anni fa.