Incidente sulla circumvallazione, gravissime le condizioni di Giuseppe Maisto

Incidente sulla circumvallazione, gravissime le condizioni di Giuseppe Maisto

Ancora in coma il 34enne giuglianese coinvolto assieme al fratello nell’incidente di mercoledì scorso. Gli inquirenti hanno acquisito le immagini delle telecamere


Ancora in coma il 34enne giuglianese coinvolto assieme al fratello nell’incidente di mercoledì scorso. Gli inquirenti hanno acquisito le immagini delle telecamere per stabilire la giusta dinamica

GIUGLIANO – Resta in terapia intensiva in stato di coma, all’ospedale San Giuliano, il 34enne giuglianese Giuseppe Maisto. L’uomo è rimasto coinvolto insieme al fratello Giovanni, più giovane di lui, – anche lui ricoverato ma le sue condizioni non sono gravi – in un incidente avvenuto lo scorso mercoledì 12 agosto sulla circumvallazione esterna in direzione Lago Patria.

I due viaggiavano a bordo di uno scooter su via San Francesco a Patria, quando un’auto proveniente dall’Asse Mediano, cercando di immettersi sull’altra corsia per raggiungere un distributore di carburanti (vedi foto),  gli avrebbe tagliato la strada.

La dinamica però non è ancora del tutto chiara. Secondo una prima ricostruzione, l’automobilista, anch’egli giuglianese, alla guida di una Lancia Y nera, avrebbe intralciato il loro percorso per entrare appunto nel vicino distributore di carburanti, nei pressi della zona Asi, poche centinaia di metri dopo la discoteca ex “My Toy”. Il conducente  della Y però negherebbe comunque di averli tamponati.

Sul posto subito giunsero i paramedici del 118 per soccorrere i due fratelli Maisto finiti sull’asfalto. A quanto pare i malcapitati si stavano recando in un vicino terreno di loro proprietà. Sulla vicenda indagano anche i carabinieri della Compagnia di Giugliano, diretti dal Capitano Francesco Piroddi, che, intervenuti sul posto, hanno effettuato i rilievi e hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza del Bar adiacente al distributore.

Giuseppe, sposato e con due figli, tiene ancora in ansia i suoi familiari che tutti i giorni cercano notizie confortanti dai medici del nosocomio giuglianese dove è ricoverato. Purtroppo le sue condizioni restano gravissime e sul web monta già la polemica per una strada che offre scarsissime condizioni di sicurezza. Non è la prima volta che  in quel punto accadono incidenti. Stavolta però un ragazzo di appena 34 anni rischia di perdere la vita.