La tragedia di Giuseppe Maisto, il sindaco Poziello: “Cordoglio per una morte evitabile”

La tragedia di Giuseppe Maisto, il sindaco Poziello: “Cordoglio per una morte evitabile”

Il primo cittadino ha espresso la vicinanza dell’Amministrazione comunale alla famiglia ed ha annunciato un tavolo per discutere del pericoloso svincolo nei


Il primo cittadino ha espresso la vicinanza dell’Amministrazione comunale alla famiglia ed ha annunciato un tavolo per discutere del pericoloso svincolo nei pressi della zona Asi

GIUGLIANO – Giornata di lutto in città per la tragica morte di Giuseppe Maisto, il 34enne giuglianese coinvolto in un incidente avvenuto mercoledì scorso sulla circumvallazione esterna. Il giovane è spirato quest’oggi all’ospedale San Giuliano dopo quasi una settimana di coma (LEGGI).

In serata è arrivato anche il cordoglio da parte del sindaco di Giugliano Antonio Poziello che ha parlato di una “morte evitabile”. Sotto accusa, infatti, è finito ancora una volta lo svincolo dove si intersecano Asse Mediano e Circumvallazione esterna (tratto di via San Francesco a Patria) che costringere i conducenti a pericolose manovre per dirigersi in zona Asi o al vicino distributore di carburanti.

giuseppe maisto
Giuseppe Maisto

“A nome dell’Amministrazione comunale vorrei esprimere il mio cordoglio ai familiari di Giuseppe Maisto, alla giovane moglie ed ai figli. – ha dichiarato il primo cittadino in una nota – Vorrei anche augurarmi che simili incidenti non debbano ripetersi, che altre vite non debbano essere sacrificate alla in-sicurezza stradale”.

Poi Poziello ha annunciato il proprio impegno per evitare simili tragedie in futuro. “Vorrei poter dare la certezza – ha spiegato – che quella maledetta rampa sarà chiusa. Per ora posso dare solo la certezza che col collega De Luca, sindaco di Qualiano, nel cui territorio rientra quello svincolo, faremo di tutto per far chiudere la rampa e mettere in sicurezza quel tratto dell’Asse Mediano e della Circumvallazione esterna. Chiedendo la convocazione immediata di una conferenza di servizi con la Città Metropolitana di Napoli”.