Attenti ai prodotti scolastici, sequestrati 41mila articoli contraffatti e pericolosi per la salute

Attenti ai prodotti scolastici, sequestrati 41mila articoli contraffatti e pericolosi per la salute

Blitz della Guardia di Finanza in un deposito in provincia di Napoli. La merce era pronta per essere immessa sul mercato. Denunciato


Blitz della Guardia di Finanza in un deposito in provincia di Napoli. La merce era pronta per essere immessa sul mercato. Denunciato il titolare cinese

HINTERLAND – Maxi-operazione in vista dell’apertura delle scuole che avverrà la settimana prossima. Nel quadro della costante attività di prevenzione e repressione del fenomeno della contraffazione, che danneggia il mercato sottraendo opportunità e lavoro alle imprese oneste e mette in pericolo la salute dei consumatori, soprattutto dei più piccoli, militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli hanno sottoposto a sequestro oltre 41.000 prodotti scolastici di cancelleria contraffatti e privi dei necessari certificati di conformità e di sicurezza.

Foto 1 (1)In particolare, i finanzieri della compagnia di Nola, nel corso di autonoma attività info-investigativa, individuavano e sequestravano, all’interno di un deposito gestito da cittadini di etnia cinese, quadernoni, zaini, cartelle e altri oggetti prossimi ad essere immessi sul mercato, atteso l’imminente inizio dell’anno scolastico, con immagini di noti personaggi di fantasia tutelate dalla normativa sul diritto d’autore (spiderman, masha e orso, peppa pig, frozen) ma anche prodotti non sicuri che, utilizzati dai minori, sarebbero potuti risultare pericolosi come, ad esempio, i libri da colorare stampati con inchiostri potenzialmente nocivi in grado di sciogliersi al primo contatto con la saliva umana.

Obiettivo del titolare del magazzino commerciale era quello di immettere nel circuito commerciale, in tempi di crisi, prodotti dal prezzo accattivante.

Al termine del servizio, l’intestatario dell’attività veniva denunciato all’autorità giudiziaria competente mentre gli oltre 41.000 articoli contraffatti e pericolosi venivano sottoposti a sequestro.