Donna trovata sul ciglio della strada con un proiettile nella testa: è gravissima

Donna trovata sul ciglio della strada con un proiettile nella testa: è gravissima

Il corpo sanguinante a Ischitella, sul ciglio di una strada al chilometro 40 della via Domiziana. Sul posto Carabinieri e Polizia. L’aggressore fermato


Il corpo sanguinante a Ischitella, sul ciglio di una strada al chilometro 40 della via Domiziana. Sul posto Carabinieri e Polizia. L’aggressore fermato a Sala

CASTELVOLTURNO –  Donna trasportata in codice rosso al pronto soccorso della clinica Pineta Grande di Castel Volturno con un proiettile esploso da un’arma da fuoco conficcato nel cervello.

Le sue condizioni sono estremamente gravi. I chirurghi e il personale del presidio domiziano stanno lottando per salvarle la vita. Poche le notizie sulle dinamiche del grave episodio. Sul luogo dove è stato trovato il corpo sanguinante, nel quartiere d’Ischitella, sul ciglio di una strada al chilometro 40 della via Domiziana, ci sono tuttora carabinieri e polizia.

Sono gli investigatori di quest’ultimo corpo che stanno seguendo il caso e sono quasi certi che la giovane donna ferita sia una prostituta e che conosce l’uomo che l’ha aggredita. Probabilmente un cliente, oppure un protettore.

La donna con sé non ha documenti. Tuttavia, secondo alcune testimonianze raccolte sul posto dovrebbe essere di origini moldave. A Sala Consilina, sull’autostrada, gli agenti hanno fermato poco fa l’uomo che avrebbe sparato alla nuca della donna, che si è rivelata essere la sua fidanzata, di professione prostituta.

Il retroscena. La donna lo aveva lasciato e proprio la rottura dei rapporti sarebbe all’origine del gesto dell’uomo che ha pensato di punirla con un colpo di pistola. L’arma è stata ritrovata nell’auto dell’uomo assieme a un coltello a serramanico e a una macchina fotografica che contiene anche immagini della donna.

 Fonte: ilmattino.it