Escalation di criminalità, i sindaci di Marano e Mugnano: “Necessarie più forze dell’ordine”

Escalation di criminalità, i sindaci di Marano e Mugnano: “Necessarie più forze dell’ordine”

Angelo Liccardo e Luigi Sarnataro si sono incontrati nella sede della Città Metropolitana. Vari i temi affrontati: in primis l’emergenza sicurezza HINTERLAND


Angelo Liccardo e Luigi Sarnataro si sono incontrati nella sede della Città Metropolitana. Vari i temi affrontati: in primis l’emergenza sicurezza

HINTERLAND – Questa mattina il sindaco di Marano, Angelo Liccardo, e quello di Mugnano, Luigi Sarnataro, hanno avuto un incontro informale in Città Metropolitana. Varie le tematiche che sono state affrontate, tra cui l’escalation criminale che negli ultimi tempi ha visto coinvolta tutta l’area a nord di Napoli, compresi i Comuni di Marano e Mugnano.

“Nelle ultime settimane non si è fatto altro che parlare di Gomorra, la serie televisiva che sta girando nei nostri territori, dimenticando tuttavia come la violenza che Gomorra racconta, noi la affrontiamo e la viviamo nella realtà tutti i giorni – spiega il primo cittadino di Mugnano, Luigi Sarnataro – Basti pensare che soltanto ieri in via Crispi, a seguito di una rapina, è rimasto gravemente ferito un baby rapinatore di Miano. Senza contare i numerosi episodi di micro criminalità, come gli atti vandalici in villa Makeba, e le intimidazioni, tra cui le scritte a firma di Nfo, che io e la mia amministrazione abbiamo subito negli ultimi mesi. E’ evidente che nei nostri territori c’è una piaga, un tessuto criminale che le istituzioni da sole non possono nè affrontare nè risolvere. Abbiamo bisogno di una maggiore presenza di forze dell’ordine sul nostro territorio, che possano effettuare più controlli e garantire sicurezza ai cittadini. Proprio per questo sarò affianco del sindaco Angelo Liccardo, affinché si riesca a portare sul territorio di Marano la Compagnia dei carabinieri e, di riflesso, la tenenza a Mugnano”.

Proprio su questo fronte sta continuando a lavorare il primo cittadino di Marano, che nel pomeriggio ha incontrerato a Roma il sottosegretario della Difesa, Gioacchino Alfano. “Ho fortemente voluto un incontro con Alfano, per trovare un accordo e riuscire a portare nel più breve tempo possibile la Compagnia dei carabinieri a Marano – dichiara – L’arrivo della Compagnia, oltre a rappresentare un importante presidio di legalità per tutta l’area a Nord di Napoli, significa un aumento concreto delle forze dell’ordine, di cui non beneficerà solo Marano ma anche i comuni vicini. Non è possibile che una città come la nostra, che conta oltre 60 mila abitanti e ha una storia criminale ben nota a tutti, possa contare soltanto sulla presenza di poche decine di unità che, sebbene il grandissimo lavoro che svolgono, da soli non bastano per un efficace contrasto alla criminalità organizzata. Ritengo sia fondamentale iniziare una collaborazione con tutti i sindaci della zona, per chiedere con forza e ottenere una maggiore presenza delle forze dell’ordine sui nostri territori”.

Comunicato stampa