“Liberiamo l’aria”, flash- mob a Varcaturo. Anche la politica scende in campo con i cittadini

“Liberiamo l’aria”, flash- mob a Varcaturo. Anche la politica scende in campo con i cittadini

Ieri manifestazione contro roghi e rifiuti. In testa al corteo il sindaco Poziello e diversi consiglieri comunali, sia di maggioranza che d’opposizione.


Ieri manifestazione contro roghi e rifiuti. In testa al corteo il sindaco Poziello e diversi consiglieri comunali, sia di maggioranza che d’opposizione. “Finalmente tutti uniti per un obiettivo comune”

GIUGLIANO – La terza città della Campania ritorna a marciare per l’ambiente e la salute ed il nuovo invito alla “normalità” arriva dalla fascia costiera. Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, si è tenuto a Varcaturo un flash-mob contro roghi tossici e rifiuti denominato “Liberiamo l’Aria”. L’iniziativa è stata organizzata principalmente dall’associazione “Osservatorio costiero” a seguito dei maxi-roghi delle settimane scorse che continuano ad avvelenare l’aria.

Questa volta si è trattato, però, di una manifestazione atipica, diversa dalle solite proteste, organizzata attraverso numerose riunioni che si sono tenute in precedenza tra associazioni, cittadini ed anche politici.

La manifestazione si è svolta in via Ripuaria, toccando diversi punti con esibizioni di ballerine delle scuole di danza del litorale – rigorosamente vestite con mascherine e buste nere per la spazzatura – ed un “funerale alla monnezza”. Il grido è stato appunto “Giugliano non muore, liberiamo l’aria”.

Ma forse la vera novità è che in testa al corteo c’erano diversi esponenti politici, a partite dal sindaco Poziello e dal presidente del consiglio Luigi Sequino, passando per i consiglieri di maggioranza Giovanni Russo, Laura Poziello e Francesco Iovinella, fino ad arrivare agli esponenti d’opposizione come Alfonso Sequino, Luigi Guarino, Anna Russo ed i pentastellati Nicola Palma e Vincenzo Risso. Presente anche il sindaco di Sant’Antimo Piemonte.

Una vera e propria svolta dunque per le lotte ambientali. Per la prima volta, almeno per quanto riguarda Giugliano, le istituzioni sono scese in campo assieme ai cittadini.

“A nome dell’amministrazione comunale – ha detto il sindaco Antonio Poziello – ringrazio gli organizzatori per aver acceso l’attenzione su di un tema particolare. Per la prima volta non c’è stato un scontro tra cittadini ed istituzioni, ma siamo tutti insieme per un obiettivo comune. Adesso cercheremo di portare sempre di più la voce dei cittadini nelle stanze alte”.

“In questa momento c’è una forte attenzione mediatica su Giugliano – ha sottolineato il primo cittadino – e dobbiamo cercare di sfruttarla per trarne benefici. Nei giorni scorsi ho già avuto un incontro col Prefetto al quale ho chiesto un incremento del dispositivo di sicurezza in città. Con l’esercito si è ridotto il numero di roghi ma puntiamo ad azzerarli anche con l’aiuto dei cittadini. Ora rafforzeremo anche la videosorveglianza per beccare i cretini che continuano a gettare rifiuti in strada ed inaspriremo le sanzioni. Abbiamo già beccato 300 trasgressori e li abbiamo multati”.

“Anche la Guardia di Finanza, – ha continuato Poziello – su nostra richiesta, sta eseguendo controlli a tappeto su alcune attività, in particolare quelle dei gommisti e della filiera calzaturiera e degli elettrodomestici. Numerose operazioni hanno anche fatto chiudere divere fabbriche del falso, segno che qualcosa finalmente si sta muovendo. Infine – ha concluso – stiamo partendo con una campagna specifica nelle scuole per l’educazione alla legalità ed all’ambiente. Partendo dalla famiglia fino ad arrivare a forze dell’ordine e istituzioni varie, riusciremo a porre fine a questo problema ”.

GUARDA LE FOTO:

 

IMG_0124 IMG_0112 12039553_10208157292395558_1304570866129361151_n 12049295_10208157290755517_8734966101242205121_n 12039099_1153902544639032_3596304961728032688_o 12019961_10208157291595538_5504500624508637295_n IMG_0093 IMG_0115 IMG_0125 IMG_0119 IMG_0122 IMG_0103IMG_0100