Marano, Liccardo alle prese con consiglieri insoddisfatti e intanto la città crolla

Marano, Liccardo alle prese con consiglieri insoddisfatti e intanto la città crolla

Questa mattina una nuova voragine si è aperta a Città Giardino: strada chiusa e traffico in tilt MARANO – Mentre il sindaco, Angelo


Questa mattina una nuova voragine si è aperta a Città Giardino: strada chiusa e traffico in tilt

MARANO – Mentre il sindaco, Angelo Liccardo, continua ad essere alle prese con consiglieri insoddisfatti, assessori appena insediatisi che cercano di capire da quale problema iniziare e un’opposizione che sembra voler finalmente fare sul serio, la città crolla, letteralmente.

Questa mattina una nuova voragine, a causa della pioggia di ieri sera, si è aperta a Città Giardino. La strada, che collega la città con il Vomero e rappezzata al meglio nelle scorse settimane, è stata chiusa paralizzando così il traffico in tutta la zona.

Il sindaco e l’intera giunta sembrano però essere più preoccupati delle beghe politiche che, nonostante la nomine del nuovo esecutivo, non si sono ancora arrestate. Il primo insoddisfatto è il consigliere forzista Castrese Alfiero, il cui assessore è stato fatto fuori all’ultimo momento.

Alfiero, che nei giorni scorsi ha minacciato di passare all’opposizione, ha tenuto ieri sera una riunione con il primo cittadino di cui è ancora incerto l’esito. Per il 30 settembre intanto è stato convocato un nuovo Consiglio comunale, che potrebbe tuttavia saltare dato che la maggioranza sembra essere tutto tranne che compatta. Per la stessa giornata, in mattinata, è inoltre prevista una conferenza stampa organizzata da Antonio Di Guida, che ormai ha un unico obiettivo: mandare Liccardo a casa.

Ma mentre i politici del territorio sono tutti impegnati a gestire interessi personali, vendette  e strategie, la città resta sempre più allo sbando e talvolta, come stamani, crolla.