Operazione “alto impatto” dei carabinieri, 2 arresti e 10 denunce a Mugnano e Sant’Antimo

Operazione “alto impatto” dei carabinieri, 2 arresti e 10 denunce a Mugnano e Sant’Antimo

Due uomini sono stati arrestati per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio HINTERLAND – I carabinieri della Compagnia di Giugliano, insieme ai colleghi


Due uomini sono stati arrestati per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio

HINTERLAND – I carabinieri della Compagnia di Giugliano, insieme ai colleghi della tenenza di Sant’Antimo, hanno svolto uno specifico servizio di controllo ad “alto impatto”, finalizzato al contrasto dell’illegalità diffusa, con perquisizioni e controlli di pregiudicati della zona, in particolare hanno tratto in arresto:
. per coltivazione e detenzione a fini di spaccio di stupefacenti Petito Carmine Ivan, 34 anni e residente a Sant’Antimo, incensurato, trovato in possesso in casa di 3 piante di cannabis indica, alte 2 metri circa, 1,5 grammi di marijuana, 1,3 grammi di hashish;
. per detenzione a fini di spaccio di stupefacente Chianese Nicola, 33 anni e residente a Mugnano, già noto alle forze dell’ordine, sottoposto a perquisizione mentre camminava su via Quasimodo e trovato in possesso di 4 stecchette di hashish, del peso complessivo di 11 grammi e di 90 euro in denaro contante, ritenuti provento d’illecita attività;

Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo. I militari dell’Arma hanno invece denunciato in stato di libertà: per guida senza patente 7 giovani del luogo; per contrabbando di sigarette 3 pregiudicati del luogo.