Qualiano, Consiglio comunale: in aula tiene banco il Piano di Protezione Civile

Qualiano, Consiglio comunale: in aula tiene banco il Piano di Protezione Civile

Dura l’opposizione che ha contestato l’assenza nel documento del crollo di via De Gasperi. Il Piano è stato approvato dalla sola maggioranza


Dura l’opposizione che ha contestato l’assenza nel documento del crollo di via De Gasperi. Il Piano è stato approvato dalla sola maggioranza

QUALIANO – Consiglio comunale presieduto dal vicepresidente Salvatore Apostoli, che ha sostituito il presidente De Leonardis impossibilitato a presenziare a causa di un incidente domestico. Diversi gli argomenti previsti all’ordine del giorno, di cui tre richiesti dall’opposizione, ma la discussione si è concentrata sull’approvazione dell’adeguamento e aggiornamento del Piano di Protezione Civile.

La relazione del Piano è stata affidata all’ing. Vincenzo Bellini coadiuvato da un team di esperti. Il documento non ha però soddisfatto i consiglieri di opposizione che, sin dalle prime battute, hanno messo in evidenza alcune incongruenze. Prima tra tutte l’aver omesso il crollo di Via De Gasperi, una voragine al centro della carreggiata  avvenuta lo scorso agosto, a seguito del cedimento dei sotterranei in tufo che non hanno retto il peso esercitato dalle piogge. Insomma, nel piano redatto, non c’era alcuna traccia del crollo che tanti disagi ha creato.

cc qualianoInevitabili gli interventi dei consiglieri di Onofaro e Palma che hanno chiesto il rinvio dell’approvazione. L’ing. Bellini si è difeso affermando che il crollo è avvenuto qual che giorno dopo la stesura del documento e lo stesso sindaco ha,poi, specificato che dalla Regione sono statati stanziati 25 mila euro per il controllo del sottosuolo e delle cavità sotterranee, per cui il problema non è stato trascurato. Nemmeno l’intervento del consigliere Cacciapuoti, il quale ha chiesto una modifica e integrazione della relazione è servito a molto, il Piano è stato infatti approvato dalla maggioranza.

La discussione è continuata ,poi, soffermandosi su due interrogazioni proposte dall’ex sindaco Onofaro e dal vicepresidente Apostoli. Il primo ha sottoposto all’attenzione dell’assise la questione relativa agli atti vandalici verificatisi presso il liceo Cartesio chiedendo 2mila euro per installare delle telecamere all’esterno dell’edificio, condizione stabilita dalla Regione a seguito della quale aggiusterebbe a sue spese l’edificio. Il secondo ha proseguito con la richiesta di delucidazioni in merito alla sospensione in autotutela di tutti gli atti tesi all’affidamento a terzi privati della gestione della villa comunale. Si conclude il dibattito sulle interrogazioni tra risposte ambigue e inconcludenti così come termina,con voto unanime, anche il consiglio a seguito della richiesta dei consiglieri di opposizione di rinviare la discussione degli altri punti previsti all’ordine del giorno a fronte dell’assenza del Presidente De Leonardis.