Roghi tossici, la battuta di Grauso: “Siete un popolo focoso”. E il PD chiede le dimissioni

Roghi tossici, la battuta di Grauso: “Siete un popolo focoso”. E il PD chiede le dimissioni

I democratici polemizzano con l’assessore in un manifesto affisso ieri per le strade del centro e considerano la boutade “di una gravità


I democratici polemizzano con l’assessore in un manifesto affisso ieri per le strade del centro e considerano la boutade “di una gravità inaudita”. L’ex poliziotto replica: “No comment”

GIUGLIANO – Una boutade, una battuta infelice. Che sarebbe stata dimenticata presto, se a pronunciarla non fosse stato l’assessore Adolfo Grauso. E così quella battuta, scritta sotto forma di commento in un post del sindaco Antonio Poziello in occasione dell’incendio alla rimessa di auto di via Selva Piccola, ha fatto il giro del web e a molti non è piaciuta. Tanto da indurre la segreteria del PD giuglianese a chiedere le dimissioni dell’assessore.

battuta infelice
La battuta “incriminata”

“Con la salute dei cittadini non si scherza” tuona il Partito Democratico in un manifesto affisso ieri sera per le strade della città. “Su di un territorio già ferito ed umiliato come quello di Giugliano, fare anche battute di pessimo gusto è di una gravità inaudita. Oltre il danno la beffa! L’assessore Grauso non merita di rappresentare la città di Giugliano. Il PD ne chiede pertanto le immediate dimissioni”.

Di fronte alla richiesta del Partito Democratico, Grauso si trincera in un eloquente ‘no comment’: “Non c’è niente da commentare, se questo è il livello della politica….”. Reazioni stizzite anche da parte del resto della maggioranza. Il consigliere Giuseppe Di Girolamo ha definito i democratici, con la loro chiesta, “ridicoli”.

Ecco il manifesto:

 manifesto