Rotonda di Qualiano, il sindaco De Luca chiede un incontro al Prefetto

Rotonda di Qualiano, il sindaco De Luca chiede un incontro al Prefetto

All’ennesima conferenza dei servizi convocata dal Comune hanno preso parte Auchan, Minoter e Galleria Commerciale. Disertano gli altri Enti. Il sindaco De


All’ennesima conferenza dei servizi convocata dal Comune hanno preso parte Auchan, Minoter e Galleria Commerciale. Disertano gli altri Enti. Il sindaco De Luca: “Spiegheremo al Prefetto perché vogliamo chiudere la rotonda”

QUALIANO – “Il nostro compito è garantire la sicurezza dei cittadini e non possiamo ignorare la pericolosità della rotonda come, invece, fanno sistematicamente i soggetti preposti. Anche se quella Rotonda non rientra nelle nostre competenze, non ignoriamo un problema reale, che sussiste e che riguarda la sicurezza di chi vi transita, visto che i lavori non sono mai stati completati. Chiediamo questo, ma a quanto pare la sicurezza degli automobilisti non interessa e lo dimostra la continua mancata partecipazione alla conferenza dei servizi di diversi soggetti interessati. Sussistono problematiche importanti, che ci impongono la chiusura della parte della Rotonda di nostra competenza”. E’ il commento del sindaco Ludovico De Luca a margine dell’ennesima conferenza dei servizi convocata dal Comune di Qualiano e che si è tenuta questa mattina. Hanno preso parte incaricati di Auchan, Minoter e Galleria Commerciale, mentre ancora una volta disertano gli altri Enti

Intorno al tavolo i soggetti a vario titolo interessati, che hanno a cuore la risoluzione della problematica ed a garantire innanzitutto la sicurezza su tutta la rotonda, che non rientra nelle  competenze del Comune di Qualiano. Il sindaco De Luca è deciso a chiudere la rotonda anche nella consapevolezza del disagio arrecato al traffico veicolare diretto al parco commerciale.

E’ stato chiesto un incontro al Prefetto, la massima autorità di riferimento territoriale al quale verranno spiegate le motivazioni, che impongono di chiudere la rotonda. Innanzitutto in quanto vi è un pericoloso cedimento della parte superiore di un grande collettore fognario e poi perché, secondo i tecnici, su quella rotonda, oltre ad un abusivismo imperante,  sono disattese tutte le regole del Codice della Strada.

(comunicato stampa)