Vigili aggrediti a Giugliano, riunione fiume al Comune. Domani vertice in Prefettura

Vigili aggrediti a Giugliano, riunione fiume al Comune. Domani vertice in Prefettura

Dopo il triste episodio al centro si è tenuta una riunione al Comune tra il sindaco e tutti gli assessori. Verranno richieste


Dopo il triste episodio al centro si è tenuta una riunione al Comune tra il sindaco e tutti gli assessori. Verranno richieste più forze dell’ordine per assicurare maggiore sicurezza

GIUGLIANO – “Tolleranza zero. Da oggi in poi i vigili dovranno adoperare il pugno di ferro e non voglio più vedere ragazzini che scorrazzano al centro senza casco sui marciapiedi”. Furono le prime parole del sindaco Antonio Poziello nel giorno della proclamazione, ben consapevole del fatto che bisogna partire dal basso per garantire la legalità.

Un segnale forte è arrivato anche con la nomina in giunta del super-poliziotto Adolfo Grauso.

La normalità, però, pare sempre più difficile da raggiungere per la terza città della Campania. Soprattutto per le scarse unità a disposizione delle forze dell’ordine che non riuscirebbero ad assicurare il controllo capillare di un territorio molto vasto e contraddistinto da un’illegalità diffusa.

Quanto avvenuto nel pomeriggio di domenica (LEGGI) può esser emblematico di una situazione complicata che va avanti da parecchio, fatta di  episodi che magari possono essere considerati irrilevanti da qualcuno ma che potrebbero degenerare.

Dei vigili urbani, infatti, sono stati insultati ed addirittura aggrediti in pieno centro da alcuni minorenni, a dimostrazione di quanto poco rispetto – soprattutto tra le giovani generazioni – ci sia delle regole e delle autorità. Uno degli agenti è finito pure in ospedale anche se fortunatamente è stato subito dimesso. Cosa ancora più grave, i piccoli delinquenti sono stati “difesi” anche da persone più grandi d’età che ne hanno coperto la fuga. L’indignazione e l’atto d’accusa manifestato da gran parte della cittadinanza e di vari esponenti politici è stato molto forte.

Antonio-Poziello-PdIl sindaco Poziello ha deciso dunque di chiamare immediatamente a raccolta i suoi. Una riunione fiume che si è tenuta in serata al palazzo comunale dove ha partecipato tutta la giunta comunale ed i vertici della Municipale. Si è discusso di come mettere finalmente in atto “il pugno di ferro e la tolleranza zero”. Secondo quanto è trapelato, si è studiato anche un nuovo piano per mettere più Polizia Municipale in strada e rendere più sicura la città anche dopo le ore 22.

Domani (lunedì) quindi, come si apprende da fonti ufficiali, ci sarà un vertice d’urgenza in Prefettura. Per assicurare maggiore sicurezza, infatti, verranno chieste più forze dell’ordine per pattugliare meglio la città, sia al centro che in periferia.

La giunta ed il sindaco, infine, hanno percorso anche il Corso Campano insieme ai vigili per mostragli solidarietà e vicinanza. “Stasera toccando la Polizia Municipale è stata toccata la cittadinanza perbene”, ha affermato un membro dell’esecutivo.

(foto copertina: archivio)