Anniversario del Basile, la Regione pensa a Teresa Barretta. A Giugliano è scontro

Anniversario del Basile, la Regione pensa a Teresa Barretta. A Giugliano è scontro

All’attrice giuglianese potrebbe essere affidato uno spettacolo al San Carlo. Nella città dello scrittore la politica litiga e l’amministrazione non ha ancora


All’attrice giuglianese potrebbe essere affidato uno spettacolo al San Carlo. Nella città dello scrittore la politica litiga e l’amministrazione non ha ancora ascoltato le associazioni culturali

GIUGLIANO – Si avvicina il 450esimo anniversario della nascita di Giambattista Basile ed anche la Regione Campania si muove per celebrare  il padre europeo del genere fiabesco, scrittore nato e sepolto a Giugliano.

I responsabili regionali della Cultura stanno pensando infatti di affidare uno spettacolo all’artista giuglianese Teresa Barretta. La location potrebbe essere il prestigioso Teatro di San Carlo.

A Giugliano invece, nella città del Basile, la politica litiga e sembra che al momento manchi un dialogo con le associazioni culturali del territorio da parte dell’amministrazione comunale. E’ scontro anche tra i consiglieri della Terza Commissione ed il sindaco Poziello (che ha tenuto per sé la delega alla Cultura), accusato di mancanza di confronto ed eccesso di decisionismo.

Teresa Barretta è impegnata da molti anni nella divulgazione, in Italia ed in Europa, delle opere dello scrittore attraverso l’associazione “Teatro di Dioniso”, riconosciuta dall’ex giunta Pianese come “Associazione di Interesse Comunale”. Nel 2005 la Barretta ha ricevuto inoltre, proprio grazie alle fiabe del Basile, il Premio Elsa Morante per il teatro, presso il Ministero della Cultura a Roma.

L’attrice però, che ha anche annunciato di essere a disposizione a titolo gratuito per l’ente giuglianese, mentre a Napoli e nel resto del Paese viene riconosciuta come punto di riferimento al momento non è stata ancora considerata dall’attuale amministrazione comunale di Giugliano, che sta pensando di inserire gli eventi dedicati allo scrittore nella rassegna natalizia ed affidarli alle associazioni di commercianti ed imprenditori.

“Voglio rispettare il lavoro di tutti ma nella vita non possiamo pretendere di saper fare ogni cosa. – ha affermato qualche giorno fa Teresa Barretta – Tutte queste belle feste danno lustro alla città ma Basile è tutt’altra roba. Non sarebbe stato meglio collaborare per la buona riuscita degli eventi che si stanno organizzando in vista dei 450 anni della nascita del favolista? Un vero peccato e sono amareggiata se penso che fino a maggio prossimo porterò gli eventi basiliani in giro per l’Italia”.