Cambio al vertice dell’Asl Napoli 2: fuori Iovino e dentro Lacatena

Cambio al vertice dell’Asl Napoli 2: fuori Iovino e dentro Lacatena

Il cambio è avvenuto a seguito di una lunga serie di disservizi e di esempi di cattiva gestione . Il Governatore De


Il cambio è avvenuto a seguito di una lunga serie di disservizi e di esempi di cattiva gestione . Il Governatore De Luca: “Occorre una svolta nell’assistenza sanitaria ai cittadini”

NAPOLI – Azzerati i vertici dell’Asl Napoli 2. Il Governatore della Regione Campania – con una riunione di giunta che si è tenuta mercoledì 7 ottobre – ha sollevato dall’incarico il commissario Agnese Iovino, sostituendolo con l’avvocato Massimo Lacatena, già dirigente dell’Avvocatura regionale.

I sintomi di questo cambio si erano avuti già nelle settimane precedenti quando De Luca aveva commentato così la situazione dell’azienda sanitaria di Napoli Nord: “Mi arrivano notizie da brividi. Voglio avvisare tutti quelli che hanno posizioni di responsabilità e di gestione: fate attenzione, se le cose non saranno in regola non faremo sconti a nessuno”.

Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la mancata erogazione di alcuni servizi essenziali per i cittadini, causata dall’esaurimento dei fondi. Questo ha portato De Luca ad imprimere una svolta alla gestione della sanità campana, come lui stesso ha confermato: “La situazione che si era venuta a creare nell’Asl Napoli 2 era diventata insostenibile. Nei prossimi si interverrà in tutte le strutture sanitarie con un’azione di radicale rinnovamento. Nella sanità si volta pagina”.