Commerciante reagisce ad una rapina: uccisi due banditi

Commerciante reagisce ad una rapina: uccisi due banditi

La vittima, un commerciante di preziosi, ha estratto la pistola e ha sparato. Sul posto sono giunti anche i familiari dei due


La vittima, un commerciante di preziosi, ha estratto la pistola e ha sparato. Sul posto sono giunti anche i familiari dei due rapinatori uccisi.

ERCOLANO – Due rapinatori sono stati uccisi questa mattina ad Ercolano mentre tentavano di derubare un commerciante di 68 anni. L’uomo è stato sorpreso all’angolo tra Via Alveo e Corso Resina ed è stato avvicinato dai due soggetti a bordo di un motorino e a volto scoperto.

Vistosi con le spalle al muro, la vittima si è trasformata in carnefice: il commerciante ha estratto una pistola e ha sparato lasciando sul posto i corpi dei due rapinatori, Bruno Petrone di 53 anni e Luigi Tedeschi di 51 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

Sul posto sono subito intervenuti i Carabinieri di Ercolano coordinati dal pm della DDA di Napoli Pierpaolo Filippelli, tuttavia i primi tentativi di interrogare il commerciante per avere maggiore chiarezza sulla dinamica dell’accaduto sono falliti: infatti l’uomo è visibilmente sotto choc ed è riuscito a dare solo informazioni vaghe sui concitati attimi della rapina finita male.

Poco dopo sul luogo del delitto sono giunti anche alcuni parenti dei rapinatori uccisi, in particolare la moglie di una delle vittime ha lanciato dure invettive contro il commerciante e ai giornalisti presenti ha urlato: “Anche lui ha sbagliato, deve pagare!”